Cambio al vertice del comitato scientifico dell’AITF provinciale

Walter Santaniello succede a Umberto Cillo

Nel tardi pomeriggio di martedì 3 luglio, presso la sede operativa dell’associazione, ubicata all’interno dell’AORN Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, si è riunito il Comitato Scientifico dell’AITF. La convocazione dell’importante organo tecnico, precedentemente deliberata dall’assemblea Generale dei soci, si è resa necessaria per consentire la piena operatività dello stesso in previsione degli imminenti impegni autunnali ai quali l’associazione dovrà far fronte, le cui linee generali sono già contenute nelle attività programmate nel bilancio preventivo 2018.

Tre i punti messi all’ordine del giorno: integrazione di nuove personalità; elezione del nuovo presidente; individuazione delle tematiche sulle quali organizzare i prossimi convegni. La riunione si è caratterizzata in una serena e proficua discussione, tipica di quelle che vengono fuori quando a confrontarsi sono personalità di altissimo spessore quali quelle degli attori in questione. Dopo il doveroso saluto di benvenuto da parte del presidente Franco Martino, si è passati subito al primo punto che ha visto integrare le due nuove figure specialistiche nelle persone del primario di Cardiologia, Franco Mascia e del primario delle malattie infettive, Nicola Coppola, che si sono aggiunti agli altri noti componenti quali Walter Santaniello, Direttore f.f. del Centro Trapianti di Fegato dell’ospedale Cardarelli, Diego Paternosto, primario delle locali UU.OO.CC. Pronto Soccorso e Medicina d’urgenza; Guido Piai, responsabile della locale UOSD SATTE e Carmen Pascale, della locale UOC Nefrologia e Dialisi.

Il secondo punto è stato affrontato con una velocità incredibile. Dopo il sentito ringraziamento rivolto a Umberto Cillo che, a malincuore, è stato costretto a lasciare la presidenza a causa dei defatiganti e numerosi incarichi che lo vedono sempre più impegnato anche a livello intercontinentale, la scelta del nuovo presidente è ricaduta subito, e all’unanimità, sul professore Walter Santaniello, al quale è stato doverosamente riconosciuto, oltre all’alta professionalità nel campo della chirurgia trapiantologica, anche il grande merito di essere riuscito a portare il Centro Trapianti di Fegato della regione Campania a quei risultati dignitosi, per numero di trapianti effettuati, mai raggiunti prima dai suoi predecessori.

Il terzo punto ha consentito di esaminare un ventaglio di importanti tematiche sulle quali poter indirizzare il Consiglio Direttivo dell’AITF nell’operare le scelte più opportune da mettere in pratica. Piena è stata la soddisfazione manifestata da Franco Martino sull’esito della riunione, il quale ha dichiarato: “Un altro importante tassello è stato aggiunto al grande mosaico di cui si compone il nostro sodalizio. L’ulteriore adesione di così alte figure specialistiche al nostro Comitato Scientifico conferisce all’AITF casertana un ulteriore e prestigioso lustro al già qualificato percorso intrapreso in questi anni. Desidero ancora una volta ringraziare il professore Cillo per l’alto contributo offertoci con la propria presidenza e, soprattutto, voglio ringraziare la nuova compagine del Comitato Scientifico per avere subito scelto la persona del professore Walter Santaniello a presiederlo. Tale scelta, infatti, oltre alle motivazioni enucleate, consente alla nostra associazione di dimostrare una doverosa quanto grata riconoscenza ad un serio, grande professionista che incarna una eccellenza locale; un’eccellenza che non sempre, purtroppo, viene valorizzata come si conviene dalle nostre autorità sanitarie regionali”.                                                                    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento