rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Politica Aversa

Le tensioni interne al Pd entrano nella campagna elettorale

Camusso e Marino si appellano all'ex sindaco Ferrara mentre Villano e Fiorenzano sostengono Girone. E proprio l'ex consigliere bacchetta Matacena

Eugenio Marino e Susanna Camusso corrono ai ripari e chiedono aiuto all’ex sindaco Lello Ferrara. Questo quanto starebbe succedendo in casa Partito democratico e che sta creando fratture e nervosismi in seno alla coalizione di centrosinistra che vede Mauro Baldascino come candidato sindaco.

Sempre in casa Pd il duello è tra l’area che fa capo al Presidente del consiglio regionale Gennaro Oliviero ed il parlamentare Stefano Graziano. La partita, al di là del voto delle amministrative, riguarda il futuro del partito a livello provinciale e locale. E non solo. All’interno dell’area Graziano c’è il duello tra Marco Girone, sostenuto dall’ex vicesindaco Marco Villano e dall’ex consigliere Pasquale Fiorenzano, e l’ex assessore all’Ambiente Elena Caterino.  

Ed è stato proprio l’ex consigliere Fiorenzano (che ha scelto di non candidarsi) a mettere un po' di pepe in questa soporifera campagna elettorale. “Come si fa a mettere nella stessa coalizione due candidati che per la movida e via Seggio hanno avuto per 5 anni idee totalmente diverse?”. Il riferimento è alla difficile convivenza, sul tema della movida, di Imma Dello Iacono e Raffaele Oliva, due candidati nella coalizione di Matacena, che hanno, da sempre, espresso e rappresentato idee totalmente differenti in tema di movida. E non solo. Le contraddizioni in seno alla coalizione di Francesco Matacena sono molteplici: c’è chi ha fatto parte della precedente amministrazione e ne rivendica i risultati (Innocenti, Sagliocco, Diana e Turco) e chi l’ha combattuta sedendo nei banchi dell’opposizione (Dello Vicario e Oliva).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le tensioni interne al Pd entrano nella campagna elettorale

CasertaNews è in caricamento