Politica

Elezioni, strappo decisivo Pd-renziani. “Si dovrebbe mordere le labbra...”

L’esponente di Italia Viva Russo: "Le parole di Boccagna minano le poche possibilità di recuperare il rapporto"

Come era facilmente prevedibile, le parole del capogruppo Pd Andrea Boccagna non hanno fatto altro che acuire le distanze con Italia Viva dopo che nei giorni scorsi in consiglio comunale c'era stato un duro attacco al sindaco di Caserta Carlo Marino. Il consigliere comunale Mario Russo replica alle accuse del capogruppo del Pd Andrea Boccagna, che in un post su Facebook ha dichiarato che Italia Viva non può più sedere al tavolo di confronto.

"Una persona impulsiva difficilmente è in grado di tacere, soprattutto quando viene toccata su corde sensibili, tanto da dimenticare addirittura il programma elettorale sottoscritto, ma facilmente recuperabile sul sito del comune atto 21 dei verbali delle sedute consiliari (05.10.2016). Ma sono certo che sarà riutilizzabile in larga parte per il nuovo sostegno al sindaco Marino, così si risparmia tempo e fatica - esordisce Mario Russo -. Un animo istintivo e precipitoso, che fa agire ancor prima di pensare, un input caratteriale lascia una notevole traccia anche quando vent’anni non li hai più da un pezzo e di esperienza amministrativa ne avrebbe, dimentica l'etereogenità della attuale coalizione e la cronica necessità di ridimensionare a effimere promesse i roboanti annunci che ormai l'accompagnano da troppo tempo. Invece il buon senso dovrebbe essere capace di trasformare l’impulso irrefrenabile nella sua diversa espressione per evitar di far uscire dalla propria bocca parole inopportune non in linea con la realtà vissuta quotidianamente dai nostri concittadini. Parole farneticanti rispetto alla volontà attuale di sovvertire gli equilibri cittadini nell'amministrazione. Vanno difese tutte le cariche istituzionali attualmente occupate, da parte di chi oggi probabilmente ha fallito nell'essere forza guida e attrattiva per una coalizione di centrosinistra. Per quanto ci riguarda - prosegue Russo - abbiamo più volte rifiutato nell'ultimo anno le lusinghe delle poltrone amministrative che ci sono state ripetutamente offerte. Ma per fortuna i nostri concittadini ci hanno già premiato nelle ultime regionali ed il prossimo confronto del 2021 servirà a sovvertire democraticamente gli attuali equilibri. Perché è questa la differenza tra chi "fa la conta" e chi rispetta le regole della democrazia e gli alleati con cui governa in altre istituzioni. Difficile da accettare per chi è obnubilato dalla mera occupazione delle poltrone".

Russo rincara poi la dose: "Troppe parole lanciate al vento, senza alcun criterio, così, proprio per dare aria alla bocca che minano le poche possibilità di recuperare un rapporto già compromesso e difficile da riproporre alla città. La fiducia politica è ormai reciprocamente compromessa vista l'assoluta vostra mancanza di autocritica rispetto a quattro anni di amministrazione con poche luci e tantissime ombre. Sarebbe stato perfetto avere altre parole per la situazione, da parte di chi è responsabile politicamente e amministrativamente di quello che si vede in città e di quattro anni e mezzo di "eccellenze" promesse e mai arrivate. Ci sono casi in cui diventa decisamente meglio tacere, non proferir parola,  a costo di mordersi le labbra", conclude il consigliere comunale di Italia Viva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, strappo decisivo Pd-renziani. “Si dovrebbe mordere le labbra...”

CasertaNews è in caricamento