rotate-mobile
Politica

Tre nuovi consulenti: una ex assessora torna alla 'corte del sindaco'

Firmati i decreti per Lucia Monaco, Sonia Anna Raimondi ed Augusto Ferraiuolo

Tre nuovi consulenti per il sindaco di Caserta Carlo Marino. Dopo la nomina di Gianfranco Paglia alla Sicurezza, il primo cittadino del Capoluogo ha deciso di firmare altri tre incarichi a titolo gratuito per altrettante persone che lo affiancheranno su alcuni specifici temi ritenuti prioritari dall’Amministrazione Comunale.

Per quanto riguarda le problematiche relative alla tutela della salute pubblica, anche in virtù dell’emergenza sanitaria che dura da circa due anni, il sindaco ha deciso di avvalersi delle competenze e della professionalità di Sonia Anna Raimondi, Direttore UOC Immunoematologia e Medicina Trasfusionale AORN Caserta, che si occuperà di “rapporti con le Aziende del Servizio Sanitario Regionale (ASL e AORN Caserta), rapporti con la Regione e altri soggetti ed enti istituzionali involgenti problematiche e tematiche di carattere sanitario, rapporti con soggetti accreditati con il s.s.r., attività di consulenza in relazione alle variegate competenze sanitarie che spettano al sindaco ai sensi della normativa vigente ( anche con riferimento alla pandemia Sars Covid-19 in corso), coordinamento delle attività dell’istituendo Tavolo Permanente sulla “Salute pubblica”.

Consulenti sindaco Caserta

Gli altri due decreti di nomina si riferiscono alla Cultura ed andranno a supportare, su specifici temi, l’ attività dell’assessore Enzo Battarra. La professoressa Lucia Monaco, già assessora nella precedente Amministrazione, ha ricevuto l’incarico di consulenza onoraria e collaborazione “per la gestione culturale e la risoluzione delle problematiche delle Biblioteche comunali nonché per l’elaborazione e realizzazione di un progetto di Rete delle Biblioteche comunali”.  La professoressa Monaco sarà inoltre “referente dell’Ente Comunale per il Patto per la lettura Città di Caserta, dandole il più ampio mandato ad interagire con tutte le istituzioni ed associazioni aderenti al Patto per la realizzazione delle attività previste ai fini dello sviluppo di politiche di diffusione del libro e della lettura, per il mantenimento a Caserta del titolo di Città che legge conferito dal CEPELL e per il monitoraggio di tutti i bandi dello stesso Centro inerenti la diffusione della lettura”

Augusto Ferraiuolo sarà, invece, consulente onorario per la materia “Identità Culturale della Città”, ponendosi “come mediatore tra l’Ente, e in particolar modo l’Assessorato alla Cultura, e gli operatori culturali, individuando ed eventualmente suggerendo proposte promozionali. In questo ambito, il recupero del patrimonio narrativo orale come le fiabe e i racconti dell’area tifatina, così come la sistematizzazione in archivio del patrimonio musicale folklorico, ma anche la mappatura delle proposte culturali legate al mondo giovanile, rappresentano solo alcuni degli esempi di intervento del consulente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre nuovi consulenti: una ex assessora torna alla 'corte del sindaco'

CasertaNews è in caricamento