rotate-mobile
Politica Teverola

Scricchiola la maggioranza, Barbato appeso ad un filo

Il sindaco 'salvato' in Consiglio da 2 consiglieri di opposizione

La maggioranza si ‘spacca’ nell’ultimo consiglio comunale. A dividere il gruppo ‘Futura per Teverola’ le riprese streaming dell’assemblea cittadina. Un punto già ampiamente discusso negli ultimi anni dato che, dopo l’approvazione del regolamento, l’Assise non è stata mai effettivamente trasmessa sulle piattaforme online per dar modo ad un maggior numero di cittadini di poter assistere ai lavori dell’amministrazione comunale.

A scatenare la scintilla la volontà, da parte di un organo della stampa, di procedere con le riprese dopo un’apposita richiesta (come previsto dalla normativa). Stando ai fatti, il documento sarebbe stato protocollato con 45 minuti di ritardo rispetto al limite previsto e, per questo motivo, per il sindaco Tommaso Barbato e una parte dell’amministrazione, era impossibile accoglierlo. Una questione che non ha trovato invece d’accordo un’altra parte della maggioranza, indignata per la decisione. La questione è stata posta quindi a votazione, con Alfonso Fattore, Pasquale Buonpane, Giusy Caputo, Angela Improta, Mariarosaria Colella e il presidente dell’Assise, Amelia Martino, che hanno votato a favore, così come i consiglieri di minoranza del gruppo ‘Teverola Città Fertile’, Dario Di Matteo e Maurizio Di Chiara. Otto, compreso quello del sindaco e di due consiglieri dell’altra ala dell’opposizione Teverola Città, i voti contrari, con la richiesta che viene quindi bocciata.

Un provvedimento che, però, sembra aver aperto una spaccatura. L’ex assessore e oggi consigliere comunale Fattore, da anni promotore dello streaming dei consigli comunali, ha sottolineato che, nel caso in qui questa fosse la linea per il futuro, non parteciperà alle prossime sedute. “Resto in aula solo nel rispetto della cittadinanza, perché va approvato il Bilancio, il più importante documento dell’azione di governo. Ma se dal prossimo Consiglio non ci saranno le riprese video, non parteciperò manifestando il mio dissenso”, ha ribadito.

Stessa decisione anche per l’assessore Caputo e il consigliere Buonpane. “Se si convoca un consiglio comunale sul Bilancio, l’atto più importante per la vita di una comunità, alle 12.30 con 40 gradi all’ombra, senza che venga affisso un manifesto per darne notizia o sia annunciato sui social, e si finisce poi per vietare perfino una ripresa, nascondendosi dietro a pretesti e cavilli,  ma non è che forse è lecito cominciare a farsi qualche domanda sulla trasparenza e la partecipazione dei cittadini? Dove sono andate a finire le buone intenzioni? Per qualcuno evidentemente sono rimaste nelle belle chiacchiere della campagna elettorale”, hanno sottolineato da Città Fertile.

Sui banchi dell’Assise, appunto, c’era il previsionale che, fra le altre cose, prevede l’abbattimento e la ricostruzione del plesso Pecorario, 90mila euro per la messa a dimora di alberi, 30mila euro per inquinamento ambientale e controlli nella zona pip, la manutenzione della rete idrica. 

Il documento è stato approvato dalla maggioranza tutta e dai due consiglieri di opposizione di ‘Teverola Città’, Sara Pellegrino e Pasquale De Floris. Il collettivo ha votato a favore tutti i punti all’ordine del giorno, certificando una vicinanza sempre più palese al primo cittadino. Via libera anche al Documento unico di programmazione e al Piano triennale delle opere pubbliche. In quest’ultimo manca però il parco pubblico, il cui progetto necessita di alcune modifiche in relazione ai lievitati costi degli espropri. Se ne discuterà più avanti. 

Sul bilancio l'assessore Caputo ha sottolineato che "ci saranno circa 10 assunzioni per il 2022, tra cui agenti di polizia locale. Alle 10 assunzioni, poi, si aggiunge un altro importante punto: abbiamo integrato gli LSU da 12 a 25 ore".

Non manca la stoccata finale: "Io ho fatto la mia parte, per quello che potevo, ascoltando e lavorando. Dando una mano. Ora, spero che tutti gli altri facciano lo stesso, ciascuno per il proprio compito, affinché quanto scritto non resti un mero programma di cose da fare, ma di cose fatte. E non per fare polemiche, ci sono anche dei fondi stanziati per il funzionamento del consiglio comunale: sarà una buona occasione per registrare i consigli comunali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scricchiola la maggioranza, Barbato appeso ad un filo

CasertaNews è in caricamento