rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica San Felice a Cancello

Il sindaco torna a parlare dopo la sfiducia. La sua ricandidatura è sul tavolo

Ferrara accusa: "I nostri valori danno fastidio a chi utilizza la politica per arricchirsi e acquisire posti di comando"

L'ex sindaco di San Felice a Cancello Giovanni Ferrara torna a parlare dopo la sfiducia e lo fa puntando il dito contro l'ambiente sanfeliciano e soprattutto alcuni personaggi occulti. "Sono bastati dieci consiglieri, i quali non hanno proposto mai nulla, per mandarci a casa e riconsegnare San Felice a Cancello al commissario. E' bastato l'egoismo di pochi politici a radere al suolo tutto ciò che abbiamo costruito e potevamo costruire in questi anni di amministrazione".

Ferrara ne ha per tutti: "Non ci siamo arresi nemmeno dopo aver constatato l'effettiva condizione dell'Ente, in cui molti dipendenti e funzionari sono portatori di interessi politici e pensano di tenere in pugno l'amministrazione bloccando l'attività qualora non condividano le scelte politiche degli amministratori, unici titolari di rappresentanza politica".

E ancora: "La sfiducia mossami ha insegnato che alcuni componenti della mia squadra, manipolati da personaggi, che dovrebbero essere lontani anni luce dalla casa comunale, erano interessati solo al proprio tornaconto personale. E non è un caso che la spina sia stata staccata proprio nel periodo in cui sono stati indetti i concorsi per l'incremento della pianta organica. I nostri valori danno fastidio a chi utilizza la politica per arricchirsi e acquisire posti di comando. Gli eventi accaduti ne sono la testimonianza concreta".

E dopo aver elencato i tanti finanziamenti ottenuti ha sottolineato: "Meritiamo di rialzare la testa e riallacciare i fili della nostra storia come paese nobile e dignitoso". Dichiarazione che fa presagire una ricandidatura di Ferrara in vista delle prossime elezioni comunali e molto dipenderà anche da chi riuscirà ad aggregare nelle prossime settimane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco torna a parlare dopo la sfiducia. La sua ricandidatura è sul tavolo

CasertaNews è in caricamento