Nove consiglieri votano la sfiducia: il sindaco va a casa

Consumata la 'vendetta politica' di Oliviero. L'anno prossimo si torna a votare

Il sindaco di Sessa Aurunca Silvio Sasso e Gennaro Oliviero

La vendetta politica del neo presidente del consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero si è trasformata in realtà: Silvio Sasso, dalle 19,40 di oggi, non è più sindaco di Sessa Aurunca. In consiglio comunale è stata approvata la mozione di sfiducia nei confronti del primo cittadino, votata da nove consiglieri comunali che hanno messo fine all’amministrazione comunale con poco meno di un anno di anticipo rispetto alla fine naturale del mandato elettorale. Sasso paga la volontà di “liberarsi” del peso politico di Oliviero e, soprattutto, quell’asse creato col presidente del consiglio comunale Massimo Schiavone che puntava a ridimensionare la forza in città del consigliere regionale. Ma Oliviero, prima col voto di settembre (eletto con 21mila preferenze) e poi con quello di oggi in consiglio comunale ha chiarito che, nel centrosinistra a Sessa Aurunca, è ancora lui a dire l’ultima parola. Sasso, dopo la sfiducia, ha lasciato intendere però di non voler restare fuori dalla prossima tornata elettorale: “Ringrazio il Popolo Aurunco per l’alto onore che mi ha dato nell’essere Sindaco. Ora si apre un’altra fase che mi vedrà comunque in campo per il Bene Comune e per l’intero Territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento