Politica

L'ex sindaco parla della sfiducia: "Guardate negli uffici tecnici, il bubbone è lì"

Velardi ha festeggiato il compleanno con ex consiglieri ed assessori, poi, per la prima volta, ha affrontato direttamente la crisi in maggioranza che ha portato alla fine della sua amministrazione

L'ex sindaco Velardi mentre festeggia il compleanno con ex consiglieri ed assessori

Per Antonello Velardi il 'vero nodo' che gli è costato la sfiducia da sindaco di Marcianise è stato l'ufficio tecnico. Il "bubbone", così lo ha ribattezzato l'ormai ex sindaco che mercoledì ha festeggiato il compleanno insieme ai consiglieri comunali e gli assessori che gli sono rimasti accanto fino alla fine, fino al consiglio comunale di lunedì sera quando 14 consiglieri comunali hanno decretato, votando la sfiducia, la fine della sua amministrazione comunale.

"La rivolta contro di me, a Marcianise, è cominciata ad inizio di quest'anno quando ho messo mano alla ristrutturazione degli uffici tecnici, utilizzando l'accetta" ha scritto Velardi in un lungo post su Facebook, parlando della prima volta di quelli che, a suo dire, sono stati i motivi della rottura in maggioranza. "Oggi, ad operazione demolizione conclusa (il riferimento è alla sfiducia subita, ndr), ho il dovere di rendere onore ad una dirigente che ha poi abbandonato il Comune di Marcianise completamente schifata ma che, durante la sua breve permanenza, ha provato a mettere i paletti. Mi riferisco all'architetto Angela D'Anna. L'hanno massacrata, l'hanno intimidita con i fatti e con le parole; l'hanno costretta ad andarsene".

Dopo aver elencato tutti i pregi della dirigente, l'ex sindaco sottolinea: "Non andava bene perché non era figlia del Medioevo" con riferimento ai metodi utilizzati in passato dalle vecchie amministrazioni comunali. "A proposito di Medioevo, ne abbiamo parlato ieri sera: ex assessori, ex consiglieri e un po' di amici hanno voluto festeggiare il mio compleanno. Abbiamo parlato di ciò che abbiamo fatto in questi tre anni, ci siamo detti che è stato molto difficile ma abbiamo fatto uscire Marcianise dal suo Medioevo. E che in questa avventura abbiamo avuto la stragrande maggioranza dei marcianisani al nostro fianco".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex sindaco parla della sfiducia: "Guardate negli uffici tecnici, il bubbone è lì"

CasertaNews è in caricamento