Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Capua

Tensione in Comune dopo la sfiducia al sindaco. "Lasciate la poltrona"

Fratelli d'Italia e il movimento "Ora' passano all'attacco

Tutti contro tutti: è lo scenario politico che sta caratterizzando, soprattutto negli ultimi mesi, la città di Capua, con il sindaco Luca Branco che si è visto recapitare una mozione di sfiducia firmata da 7 consiglieri, tra cui anche un esponente della maggioranza (Michele Giugno). "La città di Capua non aveva mai vissuto un momento politico cosi critico e talmente imbarazzante da lasciare i cittadini attoniti e sconcertati - sottolinea in una nota il coordinamento cittadino di Fratelli d'Italia - I gruppi politici formatisi nelle liste civiche di “Capua Bene Comune” e di “Capua 3 luglio” si sono rivelati una vera e propria sciagura sia per l’amministrazione che per la città ed infatti, dopo due anni e mezzo di diatribe interne e pur avendo assunto una posizione molto critica nei confronti dell’operato del sindaco e dell’amministrazione, non hanno ancora avuto il coraggio e la coerenza di passare all’opposizione, fatta eccezione per i consiglieri Gianluca Di Agresti e Giugno".

"Dalla parte della minoranza invece, la consigliera comunale Rosaria Nocerino, con i suoi eclatanti proclami, dimostra di vivere un momento di disorientamento forse dettato anche dalla sua inesperienza amministrativa, pertanto le suggeriamo di prendere atto della sua collocazione tra le fila dell’opposizione, di rispettare tale ruolo assegnatole dai cittadini e di attendere di essere eletta in una coalizione vincente per adoperarsi per la città - aggiungono gli esponenti di Fratelli d'Italia - Infine ci sentiamo di fare un ultimo e accorato appello al Pd di Adolfo Villani, unica forza politica presente nell’amministrazione che avrebbe dovuto fare da collante tra le liste civiche, unica forza politica che vanta di avere grosse competenze; ecco proprio a loro chiediamo di dichiarare il fallimento di questa amministrazione. Abbiate il coraggio di confessare lo scollamento tra i consiglieri Castelbuono ed Aversano Stabile e l’assessore/segretario Luigi Di Monaco, trovate il coraggio di lasciare la poltrona e di liberare il campo a chi può amministrare la città in modo serio e tangibile. La città ha bisogno di una programmazione seria, fattibile e di una squadra di governo che sia concreta ed operativa, di chiacchiere inutili ne è piena! Per una volta siate seri e responsabili".

Sulla questione è intervenuto anche il coordinamento del movimento "Ora", guidato da Antonio Minoja: "Questa amministrazione dal primo giorno non ha mai mostrato il proprio volto. Una maggioranza senza un'anima politica né una vera condivisione sulle attività amministrative. Ci sorprende come alcuni consiglieri di maggioranza abbiano impiegato molto tempo per comprendere chi stesse in maggioranza e chi all'opposizione. Non sono state poche le occasioni per chiarire. Non ultima la nomina di una assessora (per la quale si è pensato ad un sostegno esterno visto la propria impreparazione), "suggerita" dal consigliere regionale di riferimento di consiglieri di maggioranza e condivisa dalla consigliera Nocerino. Un quadro indefinito per il quale lo stesso sindaco dovrebbe essere il primo a chiederne esplicito chiarimento, mentre si assiste ad un assordante silenzio da parte del primo cittadino, impegnato a dialogare con parte dell'opposizione già molte volte dimostratasi stampella ed un Pd alle prese con fantomatici progetti. Uno spettacolo deprimente che Capua non merita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione in Comune dopo la sfiducia al sindaco. "Lasciate la poltrona"

CasertaNews è in caricamento