menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabio Di Micco e Vilma Moronese

Fabio Di Micco e Vilma Moronese

No a Draghi, 2 casertani a rischio espulsione dal Movimento 5 Stelle

Fabio Di Micco e Vilma Moronese non hanno votato la fiducia al Senato

Due senatori casertani del Movimento 5 Stelle rischiano l’espulsione per non aver votato la fiducia al governo di Mario Draghi.

La scissione, dunque, si avvicina e ne saranno protagonisti anche Fabio Di Micco di Orta di Atella e Vilma Moronese di Santa Maria Capua Vetere. "Ho assistito ad una guerra irresponsabile al nome di Giuseppe Conte, infarcita di rapporti strani tra finta sinistra e finta destra, unite nell’accorata visita a qualcuno al di là delle grate" ha spiegato Di Micco. "Non è mai stata una questione di temi, né di completa riscrittura del Recovery Plan. I temi sono rimasti quelli e forse adesso pure il Recovery Plan va bene. È stata la “solita” manovra di palazzo, l’oscura unione di forze contro una politica trasparente e libera e tutto è partito proprio da certi banchi della maggioranza che oggi entrano a far parte anche di “questa” maggioranza".

Loro due hanno votato contro il nascente governo insieme con Barbara Lezzi, Nicola Morra, Rosa Abate, Luisa Angrisani, Margherita Corrado, Mattia Crucioli, Silvana Giannuzzi, Bianca Granato, Virginia La Mura, Elio Lannutti, Matteo Mantero, Cataldo Mininno e Fabrizio Ortis.

Contro di loro sarà aperto un procedimento davanti al collegio dei probiviri per non essersi allineati a quanto stabilito dalla piattaforma Rousseau sul voto al governo Draghi: questo dovrebbe portare alla loro espulsione.

Non è escluso che possano creare un nuovo gruppo al Senato. I numeri ci sarebbero (ne servono 10), ma serve un simbolo che sia stato presentato alle ultime elezioni politiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tre bambini contagiati, il sindaco chiude 2 scuole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento