Raucci sfida il sindaco: "Mi faccia sfiduciare da segretario Pd”

Toni sempre più aspri nello scontro con Velardi: "Si è sempre disinteressato dell'amministrazione della città"

Il segretario Pd Angelo Raucci

La rottura tra Pd e il sindaco Antonello Velardi pare ormai irrimediabile. Lo scontro tra il segretario cittadino di Marcianise Angelo Raucci e il primo cittadino ha raggiunto infatti toni sempre più accesi, in un ‘dibattito’ nato sui social tra scambi di accuse e denunce in tribunale.

L’ultimo punto sulla vicenda lo ha messo Raucci, rispondendo all’ennesimo post al vetriolo di Velardi che lo accusava di lanciare contro di lui “palate di mer..”. Il segretario Dem lancia innanzitutto una sfida a Velardi: “Voglio ricordare, penso ce ne sia bisogno, che rivesto ancora la carica di segretario cittadino del PD, la stessa carica che lo ha fortemente sostenuto per la candidatura e l’elezione a sindaco, e finchè qualche suo sostenitore con la tessera del PD non riuscirà a sfiduciarmi, tale resterò, con le prerogative che sono proprie della carica che rivesto”.

Ma Raucci risponde ‘per le rime’ anche sulle questioni tirate in ballo nello scontro che va avanti da giorni, dai conti del Comune all’attività amministrativa dell’Ente: “Se Velardi avesse letto con meno superficialità i conti del Comune avrebbe notato, solo qualche settimana fa, che mancavano all’appello oltre due milioni di euro di entrate. Ma uno che dell’amministrazione della città si è sempre disinteressato non può saperlo. Lascerà un Comune sull’orlo del dissesto. Lui ha ereditato un Comune che aveva notevoli risorse accantonate e che grazie alle nuove regole sul patto di stabilità ha potuto spendere. In verità, quelle risorse le ha sprecare, considerate le spese fatte senza un minimo diprogrammazione. Erano risorse accantonate da amministrazioni serie. Per cui - spiega Raucci - quando parla di bilancio sano, o sanato, dice cose che non conosce. Lui si è sempre disinteressato dell’amministrazione della città”.

Il segretario Dem ribalta inoltre l’accusa di lanciare “palate di m….” contro il sindaco: “In quanto alle “palate di m…..” che sarebbero state versate su di lui e sulla sua giunta, è tipico di chi non accetta critiche al proprio operato, neanche quando sono legittime. Chi ha invece continuamente lanciato tonnellate di “m……”su tantissime persone e sulla intera città è stato lui. Ma questo è l’atteggiamento tipico del mistificatore che attribuisce ad altri le nefandezze che compie o intende compiere. Tralascio l’elencazione della cose che non ha commesso, lui e “i suoi assessori”, perché sono i dieci punti della più spicciola demagogia. Non le hanno commesse, le cose elencate, perché è reato commetterle, se le avessero commesse sarebbero stati denunciati. Dica invece chi le ha commesse e non continui con le sue allusioni senza costrutto”.

Raucci interviene anche sul caso del dirigente all’Urbanistica D’Anna e sul manifesto dei Democratici contro i funzionari assunti dal Comune: “Non ho mai avuto niente da dire sull’architetto D’Anna, che lui tira scorrettamente in ballo. Il PD aveva chiesto che “tutti” i contratti a termine venissero revocati perché, così come erano stati concepiti, non erano sostenibili da un bilancio ridotto come lui lo ha ridotto, senza un aumento sostanzioso delle tasse comunali. E’ lui che ha trasformato un atto amministrativo concepito come “complessivo” ad atto “particolare” salvando, probabilmente, quei funzionari a lui più fedeli. Ma questo è l’uomo, scorretto e sleale con tutti, nessuno escluso, se non gli viene utile il contrario”.

Infine la difesa dell’operato del Pd, tirato duramente in ballo da Velardi: "Ribadisco che tutte le proposte fatte dal PD, che aveva dato un contributo fondamentale e corposo al programma  elettorale del 2016, sono sempre state assunte da lui come provocazioni inaccettabili. Un uomo che tiene in totale spregio le istituzioni statutarie comunali e chi le rappresenta”.

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Schianto in autostrada: due km di coda

Torna su
CasertaNews è in caricamento