rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Politica Gricignano di Aversa

Santagata in Consiglio con il rebus della giunta

Lettieri sarà vicesindaco e D'Agostino fra le quote rosa. Lotta serrata per gli altri due posti nell'esecutivo

Poche ore ancora e poi ci sarà il primo consiglio comunale dell’era Santagata. A Gricignano di Aversa la nuova squadra di governo sta lavorando anche per la composizione della giunta che però sarà annunciata solamente nel fine settimana, e non durante la prima Assise prevista domani (19 giugno) alle 19 nella sala delle adunanze del Municipio.

Domani saranno invece scelti i componenti della commissione elettorale. Per quanto riguarda l’esecutivo per adesso c’è una sola certezza che è rappresentata dalla carica di vicesindaco affidata a Vittorio Lettieri, figlio dell’ex sindaco Andrea. Lettieri è stato di gran lunga il primo eletto della lista ‘CambiAMO Gricignano’ con 1023 preferenze e quasi di diritto gli spetta il ruolo di numero due del Comune.

Poi il sindaco Vincenzo Santagata dovrà valutare attentamente anche la percentuale del 40% di ‘quote rosa’ all’interno della giunta che in soldoni significa avere almeno due donne nell’esecutivo. Quindi dovranno essere ‘scelti’ due uomini e due donne. Tra gli uomini impossibile tenere fuori Giuseppe Diretto che con 694 farà sicuramente la voce grossa durante le riunioni. Il ‘problema’ potrebbe nascere sull’altro assessore. Sì, perché c’è chi sostiene che tra gli accordi precedenti alle elezioni ci fosse la poltrona da assessore anche per l’esponente del Pd, Carlo Munno, che però con 357 preferenze è risultato essere l’ultimo degli eletti, superato da ben altri tre consiglieri di sesso maschile. E poi c’è quell’Andrea Barbato che con 530 voti chiede ad alta voce un ruolo di primo piano. Senza dimenticare Raffaele Russo che ha portato avanti una campagna elettorale a stretto contatto con Lettieri ed ha alle spalle una famiglia molto rispettata sia da Lettieri che da Santagata. Ma 19 voti in più di Russo li ha conquistati anche Pasquale Dello Margio che quindi di certo non starà in silenzio.

Passiamo alle quote rosa. Sono state ben 5 le donne elette (su 11 consiglieri) e (quasi) tutte possono avere la speranza di entrare a far parte della giunta. Sì perché i voti di differenza sono veramente minimi e ad eccezione di Michelina D’Aniello hanno tutte superato la soglia dei 500. Difficile tenere fuori Mariarosaria D’Agostino (635 voti) mentre l’altra poltrona sarà veramente molto combattuta. Dovranno contendersela Anna Michelina Caiazzo, Filomena Iuliano e Maddalena Licciardiello. Per scoprirlo basterà attendere solamente qualche altro giorno. Nel weekend si dovrebbero sciogliere tutte le riserve…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santagata in Consiglio con il rebus della giunta

CasertaNews è in caricamento