rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Politica Aversa

Romano presidente, crisi chiusa. "Sindaco ha ceduto ai ricatti"

Palmiero ed Oliva contro Golia: "Accordo per restare sulla poltrona"

Crisi risolta. Roberto Romano è il nuovo presidente del consiglio comunale di Aversa.

Ci sono volute ben tre votazioni prima che l’ex candidato sindaco del Movimento 5 Stelle venisse designato alla guida del parlamentino aversano. Una seduta cominciata con l’ombra della mancanza del numero legale. Dopo l’appello tenuto dal reggente Alfonso Oliva, la minoranza ha lasciato l’aula consiliare con soli 12 componenti della maggioranza (incluso il sindaco in aula). In ogni caso il presidente facente funzioni Mimmo Menale e il segretario facente funzioni Gemma Accardo hanno decretato la validità della seduta.

Alla terza votazione, come detto, Roberto Romano ha ottenuto 13 voti validi ed è stato eletto presidente. Una elezione contestata dai consiglieri di opposizione che comunque non hanno preso parte alla votazione non ritirando la scheda. I commenti più duri sono arrivati dall’ex presidente del consiglio Carmine Palmiero e dal consigliere anziano Alfonso Oliva. “La sua elezione – ha detto Palmiero - è frutto di un ricatto politico per i suoi soli interessi personali. Non c’è nulla da essere orgogliosi. Anzi”. Ed ha incalzato: “Non mi ha meravigliato il comportamento di Romano, bensì quello dei miei ex colleghi di maggioranza e soprattutto del sindaco Alfonso Golia che, pur di restare attaccato alla sua poltrona è rimasto sotto questo ricatto politico”.

Duro anche il commento di Alfonso Oliva. “L’elezione di Roberto Romano è l’ennesima dimostrazione di quanto il sindaco sia costantemente  e quotidianamente sotto ricatto politico. Pur di non andare a casa e mollare la poltrona, ancora una volta il sindaco ha detto ‘sì’ facendosi imporre la linea politica”. (f.p.)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romano presidente, crisi chiusa. "Sindaco ha ceduto ai ricatti"

CasertaNews è in caricamento