rotate-mobile
Politica

Elezioni. C’è la data per il voto dei 5 Stelle. Spunta anche la ‘quota Conte’

Tutti gli iscritti potranno presentare al massimo tre preferenze

In vista delle elezioni politiche che si terranno il prossimo 25 settembre, il presidente del Movimento Cinque stelle, l'ex premier Giuseppe Conte, ha convocato le parlamentarie che si terranno martedì 16 agosto dalle 10 alle 22. Conte si tiene una quota per i capilista e annuncia anche come si voterà. 

Per i collegi plurinominali delle circoscrizionali nazionali, le proposte di autocandidatura saranno sottoposte alla votazione degli iscritti mediante consultazione in rete, a livello di circoscrizioni elettorali, distinte per Senato e Camera, ferma restando la facoltà del Presidente di intervenire, in qualunque fase del procedimento, per valutare la compatibilità dell’autocandidatura con i valori e le politiche del MoVimento 5 Stelle. I candidati saranno posti in votazione nell’ambito della Circoscrizione della loro residenza o domicilio personale o professionale e/o centro principale dei propri interessi. Ciascun iscritto potrà esprimere da 1 a 3 preferenze. In ogni caso, nell’ambito di ciascuna lista nei collegi plurinominali, i candidati saranno elencati in ordine alternato di genere e, nel complesso delle liste nei collegi plurinominali (per il Senato a livello regionale e per la Camera a livello nazionale), nessuno dei due generi potrà essere rappresentato nella posizione di capolista in misura superiore al 60%.

All’esito della votazione sarà generato un elenco di nominativi, suddiviso per genere, in ordine di numero di preferenze ricevute. In caso di parità, sarà data precedenza a chi risulta iscritto da più tempo al Movimento 5 Stelle. Inoltre, il Presidente sottoporrà al voto degli iscritti, tramite consultazione in rete, in aggiunta alla propria candidatura, la proposta di un elenco di nominativi, selezionati anche tra coloro che hanno già proposto la propria autocandidatura, da inserire, con criterio di priorità, nelle liste di candidati in uno o più collegi plurinominali. Il numero di componenti di tale elenco di nominativi proposti dal Presidente non supererà il numero massimo di 12 per la Camera dei Deputati (su un totale di massimo 191 candidati) e di 6 per il Senato della Repubblica (su un totale di massimo 93 candidati). 

Ovviamente sperano di poter partecipare anche i casertani uscenti Antonio Del Monaco, Agostino Santillo, Giuseppe Buompane e Fabio Di Micco che confidano di poter essere eletti dagli iscritti e poi premiati dal capo politico in una posizione eleggibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. C’è la data per il voto dei 5 Stelle. Spunta anche la ‘quota Conte’

CasertaNews è in caricamento