CasertaNews

Opinioni

CasertaNews

Redazione CasertaNews

Polemica su concessione Palazzetto dello Sport alla Volalto, lite tra Zinzi Jr e Di Costanzo

Caserta - Mancano pochi giorni all'avvio della preparazione ufficiale (il raduno è fissato per domenica 21 agosto), ma in casa VolAlto a tenere banco è la questione del mancato riscontro da parte della Provincia di Caserta alle richieste e...

zinzi gianpiero
Mancano pochi giorni all'avvio della preparazione ufficiale (il raduno è fissato per domenica 21 agosto), ma in casa VolAlto a tenere banco è la questione del mancato riscontro da parte della Provincia di Caserta alle richieste e sollecitazioni della gestione esclusiva del Palazzetto dello Sport, sia per poter integrare lo sviluppo del settore giovanile, quanto per far fronte alla soppressione dell'Agis con il relativo passaggio degli incaricati dalla provincia alla Regione e quindi l'incertezza assoluta sui servizi relativi alla gestione del palazzetto.
“Ci hanno concesso solo un'ora e mezza al giorno. Una cosa assolutamente inaccettabile – tuona il presidente del club Carlo Barbagallo - ancor di più se si pensa che la squadra, team di Serie A, deve affrontare un'impegnativa preparazione pre campionato".

La VolAlto, unica squadra femminile campana a militare nella massima serie, si è attivata per tempo chiedendo sin dallo scorso mese di marzo la gestione esclusiva dell'impianto di Viale Medaglie d'Oro e sollecitato un riscontro ufficiale da parte della Provincia. Dopo promesse verbali fatte al nostro consigliere Agostino Barone, senza alcuna sostanza, ha concesso soltanto l'utilizzo della struttura per un'ora e mezzo al giorno.

“Ciò è inaccettabile- ribadisce Barabagallo – qui si sta parlando di una realtà sportiva solida e sana che da anni porta in giro per l'Italia il nome di Caserta e le eccellenze sportive di Terra di Lavoro. Stiamo parlando di un club di serie A, che costa non poco, sia in termini di sacrificio quanto economici. La scelta di voler prendere in gestione il palazzetto, deriva da due punti o meglio necessità, la prima per far fronte alle necessità derivanti dal passaggio tra Provincia e Regione, che paventa una serie di disservizi (utenze, pulizie,ecc..) l'altra, di avere delle spazio orarario sufficiente per poter allenare una squadra di serie A. Tale comportamento rischia seriamente di compromettere il regolare andamento della nostra prossima stagione. Ho convocato il nostro cda per la prima settimana di settembre, al fine di prendere decisioni, anche drastiche, relative alla questione". Oltre agli allenamenti di Agrifoglio e compagne, è a rischio anche il settore giovanile. " La lunga ed ingiustificata attesa di una risposta da parte della Provincia, ci ha vincolato e bloccato impedendoci, ad oggi, di avviare una programmazione seria e mirata del settore giovanile, settore nel quale, dopo i successi della stagione scorsa, puntavamo moltissimo e la cui necessaria programmazione sportiva ad oggi risulta seriamente compromessa”. Stante così la situazione, da lunedì mattina la squadra sarà costretta ad allenarsi, per un'ora e mezza al palazzetto e, per le altre ore necessarie, presso la struttura del Palafrassati, uno sponsor che da sempre offre alla VolAlto i suoi attrezzati locali per le sedute di pesi e che adesso consentirà anche l'utilizzo del suo campo da gioco coperto. “Ringraziamo ovviamente lo sponsor, ancora una volta la sua collaborazione risulta per noi decisamente preziosa ed utile, ma l'inerzia della Provincia e la mancata soluzione celere di tale situazione potrebbe portare anche a soluzioni drastiche da parte nostra”.




“La concessione del Palazzetto dello Sport solo per un’ora e mezza al giorno per l’allenamento della VolAlto rappresenta una grave superficialità della Provincia di Caserta, alla quale auspico si ponga rimedio in tempi celeri per evitare che il nostro territorio possa perdere un’eccellenza sportiva che negli anni ha portato in alto il nome di Caserta”. Così il consigliere regionale Gianpiero Zinzi intervenendo sul mancato riscontro, da parte della Provincia di Caserta, alle richieste e sollecitazioni relative alla gestione del Palazzetto dello Sport avanzate dalla società VolAlto. “La VolAlto, oltre ad essere l’unica squadra campana di pallavolo a militare in serie A, è una gran bella realtà della nostra provincia che negli anni è cresciuta grazie alla tenacia delle atlete, alla valenza della struttura societaria e ad un’attenzione – fino ad ora mai mancata – da parte delle Amministrazioni locali. Questo idillio con la città e con l'intero territorio provinciale è importante che continui ad avere un seguito”.

Il presidente della Provincia Angelo Di Costanzo risponde in merito alle polemiche di queste ore sulla gestione del Palazzetto e sugli spazi concessi alla VolAlto: La mia amministrazione è stata da sempre vicina allo sport cercando di sostenere tutte le discipline e tutte le realtà presenti sul territorio secondo quelle che sono le possibilità del nostro ente. Non esiste solo la VolAlto, che, per quanto orgoglio di tutti gli appassionati di sport del nostro territorio, non ha la capacità economica, da sola di farsi carico della gestione onerosa dell’impianto. E’ per questo che abbiamo deciso di concedere a più società l’utilizzo del palazzetto, in modo da dividere i costi di gestione per la pulizia, l’illuminazione e quanto serve ai diversi gruppi sportivi che si allenano nell’impianto. Il consigliere regionale Zinzi, nella sua nota, parla di “attenzione mai mancata” da parte della Provincia. Ebbene, è questa attenzione mai mancata che ci ha portato al dissesto… Gli enormi debiti contratti in passato pesano come un macigno sulla gestione dell’ente. In passato si regalava tutto a tutti. Oggi non è più così. La struttura va mantenuta e noi dobbiamo avere la certezza delle entrate. Se il consigliere Zinzi, davvero vuole fare qualcosa per la VolAlto e, più in generale, per tutte le società sportive di Terra di Lavoro, si preoccupi di far arrivare finanziamenti agli impianti di proprietà della Provincia. Attendiamo impazienti».

"Il presidente della Provincia, Angelo Di Costanzo, dia una risposta chiara ed esaustiva alla VolAlto, invece di polemizzare con il sottoscritto. Parla di finanziamenti erogati per il tramite della Regione, ma dimostra di non avere ben chiaro il meccanismo. Probabilmente sarà a causa della sua breve permanenza in Consiglio regionale". Così il consigliere regionale Gianpiero Zinzi replica a Di Costanzo sul ‘caso VolAlto'. Dopo l'appello lanciato dal consigliere di Forza Italia, Di Costanzo è intervenuto chiedendo di "far arrivare finanziamenti agli impianti di proprietà della Provincia". "Ai finanziamenti si accede attraverso la partecipazione ai bandi. Un consigliere regionale, nella sua esclusiva funzione di legislatore regionale, non può sopperire all'inerzia dell'Ente ed è sbagliato pensare possa farlo. E comunque a Di Costanzo non conviene percorrere la strada dei finanziamenti visto che l'anno scorso si è fatto sfuggire quelli per il ‘Settembre al Borgo’ interrompendo una consolidata tradizione culturale del nostro territorio. Il mio era un semplice appello alla sensibilità del presidente della Provincia ed a sostegno di una realtà bella come la VolAlto che non deve lasciare il nostro territorio e che, invece, così rischia di doversi trovare un'altra città come casa. Dispiace che un semplice invito sia stato colto immediatamente come pretesto per una polemica ingiustificata, che evidentemente ha ben altre radici e motivazioni, e non - come invece era ovvio che fosse - come impulso a risolvere una questione alla portata".

Si parla di

Polemica su concessione Palazzetto dello Sport alla Volalto, lite tra Zinzi Jr e Di Costanzo

CasertaNews è in caricamento