rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Politica

L’ombra del commissario sul Pd. La mossa di De Caro fa riflettere anche Oliviero

Il parlamentare beneventano si è dimesso dall’assemblea. Potrebbe seguire anche il presidente del consiglio regionale. Partito in stallo su Graziano segretario

Una dimissione che potrebbe tirarne un’altra (ed altre ancora). Lo stanno in cui versa il Partito democratico campano dopo l’addio del segretario regionale Leo Annunziata potrebbe portare, davvero, ad un commissariamento da Roma.

Sul nome del futuro segretario, indicato sull’asse tra Enrico Letta e Vincenzo De Luca, non c’è intesa. Il nome di Stefano Graziano, ex deputato casertano ed oggi consulente di Palazzo Santa Lucia, non trova le sponde necessarie in un’assemblea ridotta all’osso. E che, da qualche ora, ha perso anche il deputato beneventano Umberto Del Basso De Caro, che da settimane porta avanti la battaglia interna contro Graziano segretario, insieme ad altri due casertani: il presidente del consiglio regionale Gennaro Oliviero e l’ex deputata Camilla Sgambato (area Orlando).

Del Basso De Caro si è dimesso dall’assemblea in aperta polemica contro il “mancato dialogo” seguito alle dimissioni di Annunziata dalla carica di segretario regionale e la sua mossa fa riflettere anche Oliviero. Non è escluso che lo stesso politico di Sessa Aurunca possa seguirlo nella scelta. In questo modo il numero di delegati dell’assemblea regionale scendere al punto da rendere impossibile riunirla per eleggere il neo segretario. Col commissario che sarebbe dietro l’angolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ombra del commissario sul Pd. La mossa di De Caro fa riflettere anche Oliviero

CasertaNews è in caricamento