Politica Piazza Vanvitelli

Brancaccio avverte il nuovo gruppo: "In Consiglio non possono esistere due partiti socialisti"

Il coordinatore provinciale: "Nessuno è stato messo al corrente di questa scelta, riunione nei prossimi giorni per stabilire la linea da seguire". E sull'ipotesi di una richiesta di spazi è netto: "Non è questo il modo di dare risposte ai cittadini"

“Abbiamo appreso della costituzione del nuovo gruppo consiliare dai siti on-line, ma una cosa deve essere chiara: in consiglio comunale non possono esistere due gruppi socialisti”. E’ netto il pensiero del coordinatore provinciale del Psi Caserta Francesco Brancaccio relativamente alla costituzione del gruppo ‘CasertaViva-Psi’ composto da Pasquale Antonucci e Gianluca Iannucci. “E’ davvero singolare che i vertici provinciali, regionali e nazionali non siano stati messi al corrente di questa scelta - aggiunge Brancaccio-. Per questo motivo nei prossimi giorni convocherò una riunione del gruppo consiliare nel quale cercheremo di fare chiarezza su questa situazione che non fa altro che aumentare le divisioni e le difficoltà del centrosinistra”. L’ipotesi, neanche tanto velata, è che questo nuovo gruppo consiliare possa chiedere anche una rappresentanza in giunta (circola il nome dell’avvocato Raffaele Piazza). “I Socialisti oggi hanno due assessori (Emiliano Casale e Dora Esposito, nda) che continueranno il proprio lavoro. Non è certo con le nascite dei mini gruppo dopo ogni elezione che aiutiamo il centrosinistra e l’amministrazione comunale retta da Carlo Marino. Noi dobbiamo dare risposte ai cittadini e certo diventa tutto più complicato che ogni tanto escono mini gruppi che chiedono spazi, perché significa ricominciare tutto da capo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brancaccio avverte il nuovo gruppo: "In Consiglio non possono esistere due partiti socialisti"

CasertaNews è in caricamento