"Sfiduciamo il sindaco", 5 consiglieri firmano la mozione per stanare i dimissionari

La sorte di Gravante dipenderà dal voto di Raimondi e Parente

E' stata presentata ufficialmente la mozione di sfiducia contro il sindaco di Grazzanise Vito Gravante. I cinque consiglieri di minoranza Teresa Cerchiello, Federico Conte, Enrico Petrella, Orsolina Petrella e Pasquale Carlino hanno protocollato in Comune la mozione di sfiducia al sindaco. Una mossa che mira a stanare gli assessori dimissionari Giuseppe Raimondi e Gabriella Parente e per capire se il loro allontanamento dall'esecutivo sia reale o solamente di facciata in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il voto dei due ex assessori sarà decisivo per approvare o rispedire al mittente la mozione di sfiducia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Martucci è il miglior pizzaiolo d'Italia: al secondo posto l'altro casertano Franco Pepe

  • De Luca a 'Porta a Porta' lancia l'ultimatum: "Penultima ordinanza prima di chiudere tutto"

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • Giallo sui titoli: scuola lo esclude dalla graduatoria Ata, ma il Tar gli dà ragione

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento