Inchiesta Dda, il sindaco di Caserta si dimette da presidente dell’Ato

La decisione di Marino. Al Comune, per ora, si va avanti

Il sindaco Carlo Marino si è dimesso da presidente dell'Ato Rifiuti

Dimissioni da presidente dell’Ato Rifiuti. Il sindaco di Caserta Carlo Marino ha annunciato questo pomeriggio ai membri dell’assemblea la sua decisione che arriva a 48 ore dalla perquisizione subita a casa e nell’ufficio in Comune da parte dei carabinieri su delega della Dda nell’ambito di un’inchiesta sul traffico di rifiuti che vede coinvolto anche il manager dei rifiuti Carlo Savoia

Il sindaco del Capoluogo aveva annunciato già nella serata di giovedì la sua decisione ad alcuni membri dell’assemblea, tant’è che fino a stamattina si stava lavorando per cercare di far saltare la riunione per evitare una mossa che, per alcuni, è “affrettata” visto che si tratta di un’indagine che “ancora ha tutto da raccontare”. Ma Marino, sotto questo punto di vista, non ha voluto sentire ragioni ed ha confermato le sue dimissioni da presidente, carica che ha rivestito, di fatto, per appena tre settimane, visto che era stato eletto lo scorso 23 ottobre al posto del sindaco di Marcianise Antonello Velardi, che proprio negli ultimi dieci giorni lo ha attaccato a più riprese proprio sul delicatissimo settore dei rifiuti. Lo stesso che è al centro dell’inchiesta della Dda, visto che i carabinieri hanno acquisito la documentazione relativamente al nuovo appalto dei rifiuti ed al biodigestore (oltre alle casette dell’acqua). 

Marino, dunque, decide di fare un passo indietro per quel che riguarda l’Ato Rifiuti, mentre ad oggi non sembra esserci una decisione simile per l’amministrazione comunale di Caserta (che poi è quella direttamente interessata all’inchiesta della Dda). E’ probabile che qualcosa in più si capirà in questo week-end, quando il sindaco Marino potrà effettuare una sorta di ‘pausa di riflessione’ su quello che è accaduto e prendere una decisione definitiva. Anche perché lunedì sarebbe in programma il consiglio comunale sul bilancio stabilmente riequilibrato che però potrebbe saltare (di nuovo): continua a circolare l’ipotesi che la seduta sarà riconvocata per il 3 dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Un boato in pieno coprifuoco: bomba esplode davanti a tabacchi

Torna su
CasertaNews è in caricamento