Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Magliocca può ritirare le dimissioni: la strategia per evitare il commissariamento

Il sindaco potrebbe optare per l’impedimento temporaneo per avere maggiori certezze sul suo stato fisico prima di una decisione definitiva

Il presidente della Provincia Giorgio Magliocca

Giorgio Magliocca potrebbe ritirare le proprie dimissioni da sindaco di Pignataro Maggiore per evitare il commissariamento dell’Ente. L’ex coordinatore provinciale di Forza Italia ha tempo fino a domenica per ufficializzare la sua scelta: il 20 luglio, infatti, scadono i termini previsti dalla legge per tornare indietro prima che il prefetto di Caserta Raffele Ruberto procedi alla nomina del commissario.

Ma negli ultimi giorni Magliocca sta riflettendo. Lui aveva annunciato le dimissioni per “motivi di salute”, ma adesso sta ragionando sull’opportunità di prendere altro tempo prima di una decisione definitiva. L’ipotesi sul tavolo è quella di ritirare le dimissioni e lasciare comunque il Comune nelle mani del vice sindaco Antonio Palumbo per “legittimo impedimento temporaneo” per un mese e finire il ciclo di accertamenti medici a cui si dovrà sottoporre. Poi a metà agosto potrebbe prendere una decisione definitiva.

La decisione di Magliocca avrà conseguenze anche sulla Provincia di Caserta. Nei giorni scorsi il sindaco di Pignataro ha incontrato il consigliere regionale Giovanni Zannini il quale gli ha chiesto ufficialmente di tornare sui suoi passi, paventando anche la possibilità di lavorare ad un accordo bipartisan per una sua conferma alla guida dell’Ente provinciale di Caserta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magliocca può ritirare le dimissioni: la strategia per evitare il commissariamento

CasertaNews è in caricamento