Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Pignataro Maggiore

E’ ufficiale: Magliocca ritira le dimissioni ma lascia Comune e Provincia in mano ai 2 vice

Il sindaco: “Ho deciso di trasformare le dimissioni per motivi di salute in impedimento temporaneo”

Adesso è anche ufficiale: Giorgio Magliocca ritira le dimissioni da sindaco e le trasforma in “impedimento temporaneo” in modo da evitare il commissariamento dell’amministrazione comunale di Pignataro Maggiore.

Casertanews vi aveva raccontato la strategia che era stata organizzata ed ora è arrivata l’ufficializzazione del diretto interessato. “L'ho deciso ora dopo giorni di lunga riflessione tenuta con i miei amici e con la mia famiglia” ha scritto sui social Magliocca. “Venti giorni fa, assalito dallo sconforto, non consideravo che quella tranquillità tanto desiderata per affrontare questo difficile momento, di cui in ogni caso ancora oggi ho bisogno, l'avrei potuta raggiungere anche con la sospensione dalla carica che ricopro. Senza portare allo scioglimento l'intera amministrazione comunale, con la conseguente nomina di un commissario prefettizio. Il mio vuole essere un atto di lealtà nei confronti di tutti voi. Cinque anni fa, infatti, quando mi sono candidato, assunsi un preciso impegno: qualunque cosa sarebbe accaduto non vi avrei mai lasciato in mare aperto. Così sarà”.

Da giovedì, dunque, le funzioni di sindaco saranno svolte dal vice Antonio Palumbo. In Provincia, invece, sarà sostituito da Mimmo Carrillo. “Ad entrambi un forte in bocca al lupo” ha aggiunto Magliocca. “Vi ringrazio per l'immenso affetto che avete dimostrato anche in questa occasione. Non vi nego che è stato molto importante sentire tanto calore. Oggi ho iniziato il mio percorso sanitario. Le prossime settimane saranno molto importanti e delicate, ciononostante vi assicuro che mi sento forte e fiducioso. E se il buon Dio vorrà ci rivedremo presto. Perchè il futuro continua adesso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ ufficiale: Magliocca ritira le dimissioni ma lascia Comune e Provincia in mano ai 2 vice

CasertaNews è in caricamento