Fratelli d'Italia ritrova la "politica delle piazze". Rallentata la trattativa con Magliocca

Il gruppo di Caserta raccoglie le firme per 4 proposte di legge lanciate dalla Meloni. Intanto non si chiude la trattativa col presidente della Provincia

Il gruppo di Fratelli d'Italia Caserta

Oltre 300sono state le firme raccolte questa mattina al gazebo in via Mazzini, angolo Piazza Margherita, organizzato dal coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia per sostenere le 4 proposte di legge lanciate dalla leader Giorgia Meloni: elezione diretta del Presidente della Repubblica, abolizione dei senatori a vita, tetto massimo alla pressione fiscale nella Costituzione e supremazia dell'ordinamento italiano su quello europeo. 

Un’iniziativa popolare che ha visto a Caserta coinvolti in prima linea Claudio Ursomando (coordinatore del partito nella conurbazione del Capoluogo), l’onorevole Giovanna Petrenga, il coordinatore provinciale Enzo Pagano, il coordinatore regionale Gimmi Cangiano e la neo eletta consigliera provinciale Gabriella Santillo.

“Siamo scesi in piazza tra la gente, con la forza delle nostre idee, per promuovere e chiedere ai casertani di sostenere questa iniziativa lanciata dalla nostra leader per avviare quel processo di riforme di rango costituzionale oramai necessarie per il nostro Paese. Non ci aspettavamo onestamente la sentita risposta che invece abbiamo ottenuto dai cittadini questa mattina”, questo il commento di un entusiasta Claudio Ursomando.

Oggi sarebbe potuto essere in piazza anche Giorgio Magliocca, da settimane ormai in trattative per un passaggio nel partito di Giorgia Meloni, ma, a quanto pare, non c’è ancora una chiusura definitiva della trattativa. Che, ad oggi, sembra essere ancora un po’ distante dalla definizione, tant’è che l’attuale presidente della Provincia di Caserta, nonché coordinatore provinciale di Forza Italia, si è chiuso in silenzio senza commentare i rumors che lo vedono protagonista. E’ chiaro che  Magliocca deve trovare una strada per il suo futuro, visto che a breve finirà anche la sua legislatura alla guida del Comune di Pignataro Maggiore e sta cercando di capire quale partito gli possa garantire sbocchi più importanti, visto che in Forza Italia sembra essere completamente chiuso da Carlo Sarro e Massimo Grimaldi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Assalto in stile hollywoodiano in banca: camion bloccano le strade del centro | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento