rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Politica Parete

Martino candidata alla presidenza provinciale di Italia Viva

Presentate al partito le linee programmatiche e le priorità d'azione

Luigia Martino, di Parete, candidata alla presidenza provinciale di Italia Viva. Una scelta ben scandita da linee programmatiche chiare per portare avanti l’attività del partito di Matteo Renzi su tutto il territorio casertano.

“Di fronte alle sfide che Italia Viva deve affrontare, ho deciso di candidarmi come Presidente provinciale del partito con l'obiettivo principale di contribuire alla creazione di un solido e credibile progetto riformista di orientamento centrista, offrendo un'alternativa sia alla destra sovranista che alla sinistra estrema. Per me, Italia Viva rappresenta un partito aperto, composto da individui liberi con porte sempre aperte per chi desidera unirsi a noi, purché condivida i nostri valori. Credo che un partito debba basarsi oltre che sulla lealtà personale anche sulla condivisione degli ideali che ci spingono a impegnarci per il bene comune”, ha detto Martino.

Un documento di intenti, quello presentato dalla candidata, che racchiude le priorità d’azione: “Intendiamo contribuire a motivare e organizzare il Partito a livello locale. Il punto di partenza è il territorio e l'organizzazione, che devono favorire un costante scambio tra iscritti, simpatizzanti e la Federazione provinciale stessa. Questo richiede una ristrutturazione della struttura organizzativa di base, in modo che l'attività del partito rimanga stabile e duratura”, fa sapere. Si punta anche a costruire la strategia di comunicazione insieme alla proposta politica. Rendere coerente il messaggio sia nelle forme di comunicazione tradizionali (manifesti, volantini, gazebo, comunicati) sia sul web, affinché l'offerta politica del partito sia riconoscibile e distinguibile.

“Conosciamo bene l'impegno, la responsabilità e la fatica quotidiana dei nostri amministratori e conosciamo bene anche le grandi difficoltà in cui si trovano ad operare. Per questa ragione, è necessario ritrovare e mantenere un dialogo con il mondo associativo, sindacale e civico, e con i mondi ad esso vicini. Il percorso riformatore è spesso stato rigettato a causa di questa incapacità di condivisione e dialogo. E’ opportuno ricostruire relazioni con tutti gli attori che con il nostro partito condividono valori e cultura politica. Questo promuovendo il dialogo e proponendo iniziative in collaborazione con le realtà presenti sul territorio”.

Sul fronte economico “i dati ci dicono che la nostra provincia deve essere avviata sulla strada di una ripresa economica solida, robusta e, ci auguriamo, che ciò avvenga presto e con risultati duraturi. Un Partito come il nostro che crede nella crescita economica e dell’occupazione, ha il compito di sostenere questi processi con importanti progetti di lungo respiro che leghino la formazione al mondo del lavoro affinché la crescita, per questi mondi, sia reciproca. Inoltre nell’ambito dei servizi alla persona il nostro territorio deve essere all’avanguardia. L’obiettivo è lavorare coinvolgendo i comitati, il tavolo di amministratori locali e le realtà civiche del territorio. Inoltre Italia Viva in provincia di Caserta deve valorizzare l'esperienza dell’istituzione Provincia nel ruolo di cabina di regia tra mondo professionale e mondo del lavoro, con il coinvolgimento fattivo delle istituzioni locali. Va posta attenzione al tema del turismo dove Enti locali troppo piccoli non hanno la capacità di conseguire risultati importanti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martino candidata alla presidenza provinciale di Italia Viva

CasertaNews è in caricamento