rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica Marcianise

Nuova giunta, poche sorprese. E Guerriero lancia un messaggio criptico che può segnare la strada nel Pd

Il sindaco tiene ancora tutti in bilico. I democrat potrebbero passare ufficialmente all'opposizione, ma perdendo dei pezzi

Agosto è quasi passato definitivamente, ma la nuova giunta a Marcianise ancora non è stata ufficializzata. Sembrava essere una cosa necessaria, da fare in fretta, tanto da chiedere la revoca immediata degli assessori in carica prima dell'ultimo consiglio comunale di luglio, ma invece il tempo passa ed un accordo, sul tavolo, ancora non si vede.

Colpa della diversa visione di idee che hanno, da un lato, il sindaco Antonello Velardi (che accetterebbe un rimpasto, con la conferma di alcuni assessori), e, dall'altro, i partiti che hanno aperto ufficialmente la crisi in maggioranza (Pd, Campania in Movimento e una parte di Campania Libera) che invece spingono per un azzeramento totale.

In realtà ad agosto qualcosa è accaduto, col botta e risposta tra il sindaco ed il segretario Pd Angelo Raucci che ha, di fatto, allontanato ancora di più le parti. Un dialogo, oggi, sembra davvero impossibile, ed anche per questo si attende la prossima settimana, quando i Democrat dovrebbero tornare a riunirsi per prendere una decisione definitiva, che potrebbe essere anche quella di passare ufficialmente all'opposizione.

Una scelta che, però, potrebbe lasciare per strada qualche 'ferito'. Già perché nel Pd non tutti sono convinti di seguire la stessa linea. Soprattutto Raffaele Guerriero e Lorenzo Gaglione sono i consiglieri considerati più in bilico e che potrebbero restare fedeli alla maggioranza ed al sindaco. E l'ultimo messaggio scritto sui social dal consigliere provinciale Pd Guerriero lascia intendere proprio che a breve dovrà essere fatta una scelta, utilizzando anche termini forti (parla chiaramente di vendetta...).

Parole che potrebbero segnare la nuova strada: col Pd all'opposizione e qualche consigliere che si sgancia per restare in maggioranza. Guerriero e Gaglione probabili, così come Antimo Rondello, l'attuale presidente del consiglio comunale, che ha tenuto, finora, sempre una posizione molto equilibrata fra le parti. Ma se sarà messo 'spalle al muro' dal partito anche lui dovrà scegliere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova giunta, poche sorprese. E Guerriero lancia un messaggio criptico che può segnare la strada nel Pd

CasertaNews è in caricamento