Due assessori lasciano la giunta, sindaco costretto a pescare in minoranza

Lasciano il delegato alle Politiche sociali e la vicesindaco: entra nell'esecutivo l'ex consigliere provinciale

Paola Barone e Luigi D'Aniello

Due assessori lasciano la giunta comunale di San Marcellino. Il sindaco Anacleto Colombiano costretto a pescare in minoranza per dare equilibrio alla sua giunta comunale. In poche ore infatti il primo cittadino si è visto recapitare le dimissioni 'irrevocabili' di Luigi D'Aniello che è stato sostituito dall'esponente dell'opposizione, Luigi De Cristofaro, già sostenuto alle elezioni provinciali qualche anno fa da tutta la maggioranza.

Ma la notizia clamorosa è quella che riguarda la vicesindaco Paola Barone che è stata revocata dal capo dell'esecutivo, perché sono "venute a mancare, per sopraggiunti impegni personali di Barone, le condizioni di inizio mandato politico-amministrativo" e quindi l'ormai ex numero due del Comune praticamente sarà costretta a non poter più partecipare alle riunioni di giunta.

Per adesso il posto di vicesindaco resta 'vacante' con Colombiano che sta studiano adesso le mosse giuste per arrivare anche con tranquillità al prossimo consiglio comunale, quello determinante del bilancio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento