Elezioni 2020. Il neo commissario di Fratelli d'Italia convoca una riunione dei dirigenti

Si gettano le basi per le Regionali e le amministrative. Cerreto: "Marcianise e San Nicola la Strada hanno una importanza strategica"

Il neo commissario di Fratelli d'Italia Marco Cerreto

Sabato 7 marzo alle ore 10:30 presso l’hotel Europa di Caserta si svolgerà un’assemblea organizzativa provinciale dei quadri dirigenti di Fratelli d’Italia: all’ordine del giorno le comunicazioni del neo commissario provinciale Marco Cerreto e gli assetti organizzativi e programmatici che il partito assumerà di qui alle prossime elezioni amministrative e regionali in primavera.

Alla manifestazione, oltre i dirigenti e i coordinatori provinciali e regionali uscenti Enzo Pagano e Gimmi Cangiano, interverranno i dirigenti nazionali del territorio, la senatrice Giovanna Petrenga, il senatore Antonio Iannone (neo commissario regionale), Edmondo Cirielli (questore della Camera dei Deputati), il capogruppo in Regione Campania Michele Schiano

“Sarà un momento organizzativo importante . ha dichiarato Marco Cerreto  - Era doveroso riunire immediatamente il partito con i suoi massimi vertici per partire con il piede giusto in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Metteremo in campo la migliore lista possibile per le regionali: saranno impegnati nella competizione i dirigenti del partito ma sapremo includere anche energie provenienti dalla società civile, dal mondo delle professioni che vogliano fare proprio il progetto di Giorgia Meloni mettendo a disposizione del partito le proprie esperienze. La stessa logica adotteremo per i comuni che andranno al voto in primavera tra cui Marcianise e San Nicola La Strada, due comuni che considero strategici per il modello di sviluppo che il partito intende portare avanti per il futuro di questa provincia. Non ci fermeremo alla formazione delle liste, ma avvieremo un lavoro di redazione programmatica coinvolgendo le migliori energie della nostra comunità politica nei settori strategici quali sanità, ambiente , agricoltura, urbanistica e innovazione, vogliamo creare una piattaforma progettuale e rivendicativa per la provincia di Caserta da includere nel programma del centro destra che in caso di vittoria dovrà essere attuato in regione, ad oggi purtroppo Caserta e la sua provincia è ultima tra gli ultimi, perché completamente dimenticata e marginalizzata dall’attuale governo regionale, questo territorio non si può più permettere di non avere un suo modello di sviluppo all’interno della macro area regionale, pertanto il nostro partito dovrà essere in grado di affermare in tal senso linee direttrici e orientamenti certi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento