rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica Piedimonte Matese

I Forum dei Giovani contro la Provincia: "Inascoltati. Subito le elezioni del coordinamento provinciale"

Per individuare direttivo e presidente. Lo sfogo di Annabella Ciardiello, coordinatrice Forum dei Giovani di Piedimonte Matese

Un grido d'allarme. E' quello lanciato da Annabella Ciardiello, coordinatrice Forum dei Giovani di Piedimonte Matese, sulla situazione dei Forum locali in provincia di Caserta. "E' arrivato il momento di convocare le elezioni del Coordinamento provinciale dei Forum della provincia di Caserta. Basta con le attese. Il prossimo 18 gennaio sarà passato esattamente un anno da quando si è svolta la prima Assemblea del Coordinamento provinciale dei Forum, convocata dal presidente della Provincia e dal consigliere delegato".

Il Forum è un importante strumento di partecipazione giovanile, che ha l’obiettivo di avvicinare i giovani alle istituzioni e quindi alla politica, con la peculiarità di essere "un’organizzazione pubblica a carattere elettivo capace di dotare la nostra provincia di un punto d’ascolto per tutti i giovani e dare così voce alle problematiche legate al nostro territorio troppo spesso rimaste inascoltate", ha sottolineato la coordinatrice che poi ha spiegato: "Alla fine del 2020 la Provincia apre un bando per permettere ai Forum comunali, attivi sul territorio, di potersi iscrivere all’Albo del Coordinamento provinciale dei Forum e al quale risulteranno iscritti i Forum dei Giovani di Alife, Capua, Castel Morrone, Piedimonte Matese, Recale e Villa Literno. Il 18 gennaio di un anno fa si svolge la prima Assemblea ufficiale nella sala consiliare della Provincia durante la quale, come da regolamento già approvato dalla Provincia stessa, si sarebbero dovute svolgere le elezioni per eleggere sia il direttivo che il presidente del nuovo organo, ma queste venivano rinviate a marzo 2021. Col passare dei mesi, fatta eccezione per una sola riunione informale in videoconferenza tra i delegati dei Forum locali ed il delegato provinciale, Olga Diana, e qualche altro contatto sporadico, i Forum locali non hanno più ricevuto notizie, né riguardo al bando che la Provincia aveva avviato per la scelta del logo del Coordinamento, né riguardo la data delle elezioni".

Una situazione che ha portato i Forum locali regolarmente iscritti all’albo provinciale a cercare "di abbattere ripetutamente questo 'muro del silenzio' con comunicazioni informali e formali. Infatti, a maggio 2021, è stata notificata, a mezzo Pec, una richiesta finalizzata alla convocazione dell’Assemblea da parte della Provincia, ma nessuna risposta è pervenuta agli scriventi. Dopo le recenti elezioni provinciali, i Forum hanno protocollato una seconda Pec nella quale, oltre alle congratulazioni nei confronti dell’attuale presidente della Provincia per la riconferma, chiedevano un incontro per dotare finalmente il territorio casertano, così come avvenuto nelle province di Salerno e Benevento, di un organo fondamentale per tutti i giovani del territorio, formalizzando appunto il Coordinamento provinciale. Purtroppo, anche la seconda Pec non ha avuto riscontro. Infine, i presidenti dei Forum locali hanno esperito un ultimo tentativo di ricevere risposte dall’Ente Provincia in data 7 gennaio 2022".

Da qui la decisione di prendere provvedimenti: "Alla luce di questo atteggiamento, che sembra essere ostativo, i Forum si vedono costretti a rendere pubblico l’accaduto, sia al fine di consentire al presidente Giorgio Magliocca, nei confronti del quale mai si è persa stima e fiducia, di prendere i dovuti provvedimenti, sia per tutelare i giovani del territorio che hanno partecipato alla creazione del logo del coordinamento provinciale, i quali non hanno avuto più risposte. Questo perché crediamo fortemente in una politica del dialogo, del confronto, rinnovatrice e soprattutto di ascolto delle istanze dei giovani che vivono il territorio. Prendendo in prestito le parole del Presidente uscente del Forum Regionale della Campania, dott. Giuseppe Caruso, che adesso più che mai sono pregnanti di significato: 'Oggi più di ieri abbiamo bisogno di una politica che guidi la società e non la insegua. Bisogna preoccuparsi di generare processi piuttosto che dominare spazi di potere. L’istanza locale può fare la differenza, è lì che possono nascere una maggiore responsabilità, un forte senso comunitario, una visione di sviluppo, una speciale capacità di cura e una creatività più generosa, un profondo amore per la propria terra'".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Forum dei Giovani contro la Provincia: "Inascoltati. Subito le elezioni del coordinamento provinciale"

CasertaNews è in caricamento