rotate-mobile
Politica

Guida torna in consiglio provinciale: il Consiglio di Stato boccia il ricorso

Liliana Trovato resta fuori. Confermata la linea del Tar Campania

Enzo Guida torna ad essere ufficialmente un consigliere provinciale di Caserta. Il Consiglio di Stato ha, infatti, respinto il ricorso presentato dalla consigliera comunale di Caserta Liliana Trovato che aveva impugnato la sentenza del Tar Campania che aveva permesso al sindaco di Cesa, esponente Pd, di entrare in consiglio.

Un provvedimento sospeso in un primo momento dal Consiglio di Stato che, però, entrando nel merito, ha ritenuto il ricorso della Trovato “privo di fondamento”. L’avvocato della dottoressa aveva provato a far annullare la sentenza, tirando in ballo anche un altro consigliere della lista ‘Moderati’, Massimo Russo (anche lui di Caserta) nei confronti del quale ci sarebbe stato un pregiudizio visto che non gli era stato notificato il ricorso. Per il Consiglio di Stato, però, la tesi non regge.

Per questo Guida può ufficialmente festeggiare l’elezione in consiglio provinciale. “Anche il Consiglio di Stato (seconda sezione) mi ha dato ragione” ha commentato l’esponente Pd “rigettando l’appello promosso contro la sentenza del Tar Campania, che decretava la mia elezione al consiglio provinciale, ora potrò finalmente essere proclamato, con 5 mesi di ritardo. Spero che presto sia data attuazione alla sentenza e possa sedere tra i banchi del Pd in consiglio provinciale, affinché possa rappresentare il territorio di appartenenza. Grazie all’avvocato Giuseppe Costanzo che, ancora una volta, ha rappresentato le nostre tesi in modo magistrale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida torna in consiglio provinciale: il Consiglio di Stato boccia il ricorso

CasertaNews è in caricamento