rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Picierno e Della Valle staccano il pass per l'europarlamento. Tutti gli eletti al Sud

Cinque seggi a Pd e Fdi, 4 ai 5 Stelle. Caputo fuori nonostante gli oltre 40mila voti presi

Sono due i casertani eletti al parlamento europeo. Pina Picierno con i suoi 122mila voti viene confermata all'europarlamento con il Pd, primo partito al Sud con il 24,34%. Eletto anche Danilo Della Valle con il Movimento 5 Stelle.

Con Picierno eletti in quota Pd, nella circoscrizione meridionale, anche Antonio Decaro (489mila voti), Lucia Annunziata (242mila voti), Lello Topo (127mila voti) e il giornalista Sandro Ruotolo (112mila voti). Resta a casa Massimo Schiavone che comunque supera ampiamente le 10mila preferenze.

Cinque europarlamentari anche per Fratelli d'Italia: Alberico Gambino (92mila voti), Francesco Ventola (89mila voti), Domenico Denis Nesci (72mila voti), Michele Picaro (55mila voti). Al primo posto in Fdi, però, c'è la premier Giorgia Meloni che ha incassato 553mila preferenze. Al suo posto scatta Maria Chiara Gemma (46mila voti). Fuori dai giochi, invece, il casertano Marco Cerreto che sfiora le 15mila preferenze. 

Saranno 4 gli europarlamentari del Movimento 5 Stelle che al Sud si conferma su percentuali ben più alte del dato nazionale. Primo eletto l'ex presidente dell'Inps Pasquale Tridico con 118mila voti, segue Valentina Palmisano (43mila), Mario Furore (38mila) e appunto Della Valle che con 29mila preferenze viene eletto. "Nonostante il trend nazionale non ci abbia soddisfatto, nella mia provincia, a Caserta, il MoVimento 5 Stelle si è confermato primo partito, mentre in Campania siamo secondi dopo il Pd - evidenzia il deputato Agostino Santillo - Un dato che ci spinge a continuare le nostre battaglie sul territorio e l'opera di radicamento nei comuni che comincia a dare i suoi effetti. Chi ci ha dato fiducia si aspetta ancora molto da noi", conclude.

Due seggi per Forza Italia: il vicepremier Antonio Tajani e Fulvio Martusciello, che con quasi 98mila voti viene confermato. Se Tajani dovesse rinunciare o scattare in un'altra circoscrizione al suo posto sarebbe eletta Giusi Princi, che avrebbe incassato il sostegno anche del coordinamento provinciale di Fi con Martusciello. Non sfonda l'ex assessore regionale Sonia Palmeri, di Piedimonte Matese, che si ferma a 17849 voti. 

Un solo seggio per la Lega che va a Roberto Vannacci che al Sud ottiene 73mila voti pieni. Il generale, però, potrebbe scattare in altra circoscrizione e far posto ad Aldo Patriciello, che dalla vicina Venafro può considerarsi ormai un casertano d'adozione. Va male, anzi malissimo, l'uscente Valentino Grant che incassa 9404 voti. Un solo seggio, infine, anche per Alleanza Verdi-Sinistra che elegge l'ex sindaco di Riace Mimmo Lucano. 

Tra i casertani che resteranno a casa c'è poi Nicola Caputo a cui non bastano gli oltre 42mila voti ottenuti in Stati Uniti d'Europa: il movimento di Renzi non ha centrato il quorum. Infine, Arnaldo Gadola, candidato con il movimento Alternativa Popolare del sindaco Stefano Bandecchi, che ottiene 305 voti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picierno e Della Valle staccano il pass per l'europarlamento. Tutti gli eletti al Sud

CasertaNews è in caricamento