Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

"Elezioni da annullare", il Consiglio di Stato respinge il ricorso bis

Dopo il Tar, anche i giudici capitolini dicono 'no' a Di Tella e Di Bonito

Il sindaco di San Cipriano Vincenzo Caterino

Il Consiglio di Stato mette la parola fine alla battaglia giudiziaria sulle elezioni amministrative a San Cipriano d’Aversa. E’ stato, infatti, respinto anche il secondo ricorso presentato da Gennaro Di Bonito e Cipriano Di Tella che mirava ad annullare le elezioni che hanno portato alla vittoria in solitaria del sindaco Vincenzo Caterino ed all’elezione in consiglio comunale di tutta la lista ‘Siamo San Cipriano’ (Antonio Diana; Antonio Coppola, Giuseppina Barbato, Nicola Martino, Paolo Infante, Antonio D’Onofrio, Silvio Di Sarno, Ines Della Gatta, Paolo Cecoro, Marcantonio Cecoro, Filomena Zippo, Rachele Serio, Ida Scalzone, Angelo Raffaele Reccia, Stefania Parola e Pietro Martino).

Dopo essere stati già bocciati dal Tar Campania, Di Bonito e Di Tella avevano presentato appello al Consiglio di Stato che, però, non ha sortito gli effetti sperati. La Seconda Sezione del Consiglio di Stato, infatti, ha respinto il ricorso condannandoli anche al pagamento delle spese. I due ricorrenti chiedevano che le elezioni venissero annullate in quanto, a loro dire, la lista di candidati era stata completata solo in un momento successivo alla raccolta delle firme ed evidenziando dubbi rispetto all’assenza della delega del sindaco al consigliere comunale che ha effettuato le autentiche delle sottoscrizioni. Elementi che, però, non hanno convinto i giudici. Caterino, dunque, resta sindaco con tutti i candidati della sua lista in consiglio comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Elezioni da annullare", il Consiglio di Stato respinge il ricorso bis

CasertaNews è in caricamento