Regionali 2020. Parte la 'caccia al seggio' tra uscenti e new entry. Tutti gli scenari in vista del voto

L'ex Doctor Seduction Giuseppe Cirillo si presenta come candidato presidente

Giovanni Zannini, Gennaro Oliviero, Stefano Graziano, Vincenzo Viglione, Gianpiero Zinzi, Massimo Grimaldi

Ora inizia la partita vera per le elezioni regionali in Campania che, mai come quest’anno, sembrano essere segnate per quel che concerne la battaglia per la presidenza (Vincenzo De Luca in netto vantaggio contro Stefano Caldoro e Valeria Ciarambino sia nei sondaggi che per le quindici liste presentate ai nastri di partenza) ma che, invece, potrebbero portare a grandi sorprese per quel che concerne i consiglieri regionali. Otto sono i posti che spettano alla provincia di Caserta.

La sfida per il primato nella coalizione di centrosinistra

Il Partito democratico di Caserta schiera i due uscenti Gennaro Oliviero e Stefano Graziano ed ha completato una lista di tutto rispetto inserendo candidati importanti come Lucia Esposito di San Nicola la Strada e Massimo Schiavone di Sessa Aurunca. Altra acqua al mulino Dem sarà portata anche da Lucio Molinari, Antonella D’Andrea, Gerardina Martino, Annamaria Sadutto. I Dem si giocheranno la partita per diventare il primo partito della coalizione con la lista ‘De Luca presidente’, dove c’è il consigliere uscente Giovanni Zannini dato come grande favorito per l’elezione, insieme con l’assessore regionale uscente Sonia Palmeri, l’ex candidato sindaco di Maddaloni Peppe Razzano, l’ex sindaco di Casagiove Roberto Corsale, Orlando Zaccariello di Villa Literno, Giovanni Sorvillo di Orta di Atella, l’ex vice sindaco di Aversa Federica Turco e l’avvocato Annamaria Ferriero.

Italia Viva e gli altri: sarà una partita all’ultimo… resto

Se i primi due seggi della coalizione sembrano segnati, per gli altri sarà una guerra all’ultimo voto. Ed anche sui resti. L’ex europarlamentare Nicola Caputo spera di far scattare un consigliere regionale per Italia Viva che ha candidato l’ex sindaco di Marcianise Filippo Fecondo, il consigliere comunale di Caserta Pasquale Antonucci, l’imprenditore di Maddaloni Vincenzo Santangelo, l’ex Forza Italia Pietro Smarrazzo, Adriano Telese, la consigliera di Parete Luigia Martino, Raffaella Zagaria di Casapesenna e Bernarda De Girolamo di Piedimonte Matese. Un seggio confida di portarlo a casa anche il consigliere regionale uscente Luigi Bosco che non si è candidato ma ha messo in piedi la lista ‘Noi Campani’ con Clemente Mastella. Dopo i sussulti per due addii eccellenti (Massimo Schiavone e Marcello De Rosa), a giocarsi la partita saranno Orlando De Cristofaro di Aversa, Gianluigi Santillo di Piedimonte, Agostino Stellato, l’ex sindaco di Arienzo Davide Guida, Fortunato Griffo di San Cipriano, la consigliera di Caserta Liliana Trovato, Maria Luigia Iodice di Marcianise, Caterina Sagliano di San Marcellino. Ma nella sfida ci sarà anche Centro Democratico, con Massimo Golino, Pino Riccio, Antonello Bonacci, Erasmo Fava, Biagio Sagliocco, Monica Ippolito, Rosa Razzino e Maria Rosaria Lembo. Tre sindaci guideranno la battaglia per Campania Libera, con Rany Pagano (ex sindaco di Casaluce), Gabriele Piatto (sindaco dimissionario di Frignano) e Roberto Cusano (primo cittadino di Ruviano) in lista con Carlo Raucci, Luigi Roma, la consigliera di Castel Volturno Anastasia Petrella, la consigliera di Dragoni Antonella D’Aloia e Michaela Suppa. Ci proverà anche il Partito socialista che ha candidato, tra gli altri, il consigliere comunale di Caserta Gianluca Iannucci, e Fare Democratico, che ha come capolista il giornalista Rai Geo Nocchetti, mentre i Verdi hanno puntato sull’ex assessore del Comune Capoluogo Rita Martone.

Tutti i candidati casertani al consiglio regionale della Campania

5 Stelle: l’uscente Viglione prova il bis

Nel Movimento 5 Stelle proverà ad ottenere la conferma a Palazzo Santa Lucia il consigliere regionale uscente di Gricignano Vincenzo Viglione. A giocarsi la partita elettorale con lui ci saranno Salvatore Aversano, Pasquale Guerriero di Marcianise, Antonio Carbisiero, Eduardo Siciliano, Benedetta Costanzo, Assunta Nardelli, Alessandra Bove. A meno di clamorosi colpi di scena, il seggio per un consigliere dovrebbe scattare.

Nel centrodestra è guerra per la leadership

Due consiglieri regionali uscenti ed una lista, come quella di Fratelli d’Italia, che mira ad essere la sorpresa di questa campagna elettorale. Così il centrodestra casertano si presenta ai nastri di partenza per le Regionali. Gianpiero Zinzi ha trovato casa nella Lega di Matteo Salvini e punta al bis, accompagnato in lista da Francesco Paolino, Michele Martucci, il consigliere di Caste Volturno Antonio Luise, Nicla Virgilio di Aversa, la consigliera provinciale di Macerata Antonella Piccerillo, Michela Visone e Carmela Del Basso di Capua. Forza Italia punta forte sul consigliere regionale uscente Massimo Grimaldi, che dovrà sperare in un grande apporto di  Giuseppe Tamburro di Casagiove, Luigi Perfetto di Trentola Ducenta, Silvestro Nacca di Curti, Gerardo De Rosa di Piedimonte Matese, Amelia Forte di Sessa Aurunca, Maria Marino di Aversa ed Italia Chiara Colella di San Felice a Cancello per arrivare all’elezione. Anche perché l’insidia forte è quella di Fratelli d’Italia che sembra aver messo in piedi una lista di tutto rispetto per poter puntare ad un seggio col segretario regionale Gimmi Cangiano, il consigliere di Aversa Alfonso Oliva, il consigliere regionale uscente Alfonso Piscitelli, il sindaco di Prata Sannita Damiano De Rosa, Giuseppe Mariniello di Lusciano, Carmela Russo (moglie dell’ex sindaco di Castel Morrone Pietro Riello), la consigliera provinciale di Santa Maria Capua Vetere Mariagabriella Santillo e Lucia Cerullo di Casal di Principe. Poche chance invece sembra avere la lista ‘Caldoro presidnete’ dove saranno candidati, tra gli altri, il sindaco di Tora e Piccilli Luciano Fatigati, l’ex consigliere di Caserta Luigi Cobianchi e Nicoletta Pomposo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da Potere al Popolo a Terra fino al ‘sempre presente’ Cirillo

La sinistra, come accade spesso, si è staccata dal centrosinistra presentando altre ben due alternative. Potere al Popolo ha come capolista il professore dell’università Vanvitelli Francesco Schettino; il movimento Terra, invece, il consigliere comunale di Capua Gianluca Di Agresti. Ai nastri di partenza, come candidato presidente, c’è anche il casertano Giuseppe Cirillo, ex Doctor Seduction, con la lista ‘Partito delle buone maniere’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Francesco Martucci è il miglior pizzaiolo d'Italia: al secondo posto l'altro casertano Franco Pepe

  • Tempesta nel casertano: abbattuti cartelloni pubblicitari ed alberi, volano anche pezzi di tetto | FOTO

  • De Luca a 'Porta a Porta' lancia l'ultimatum: "Penultima ordinanza prima di chiudere tutto"

  • Una casertana sbanca il programma di Gerry Scotti: vinti 55mila euro

  • “Avremo 5mila contagi in 4 settimane”, l'allarme di De Luca

  • Nel casertano si torna a morire e c'è un nuovo picco di contagi per Covid-19

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento