Regionali 2020. La Lega chiude la lista col consigliere Luise. Nel Pd è corsa contro il tempo

Fissata per martedì la direzione regionale dei Democrat per approvare le liste: mancano 2 candidati maschi

Salvatore Mastroianni, Antonio Luise e Nicola Molteni

Per un partito che chiude una lista, un altro che è davanti ad una corsa contro il tempo con una dead-line già fissata. La Lega della provincia di Caserta ha cesellato la lista con l’inserimento del consigliere comunale di Castel Volturno Antonio Luise, che giovedì è stato a Napoli, accompagnato dal coordinatore provinciale Salvatore Mastroianni, per incontrare il commissario regionale Nicola Molteni e sancire la candidatura. Sarà lui, dunque, l’ottavo candidati della lista nella quale troveranno spazio il consigliere regionale uscente di Caserta Gianpiero Zinzi, l’ex vice presidente della Provincia Francesco Paolino, Michele Martucci, Nicla Virgilio di Aversa, Antonella Piccerillo di Macerata Campania, Michela Visone di Alife e Carmela Del Basso di Capua.

Acque agitate nel Pd: mancano ancora 2 candidati

Tutt’altro umore, invece, nel Partito democratico di Caserta che non ha ancora trovato i due candidati maschi che servono per completare la lista. Ed il tempo stringe visto che il segretario provinciale Emiddio Cimmino deve consegnare la lista entro martedì quando è convocata la direzione regionale che dovrà dare il via libera. Il nodo, però, è sempre lo stesso da diversi mesi a questa parte: nessun maschio vuole candidarsi nella lista insieme ai consiglieri regionali uscenti Gennaro Oliviero di Sessa Aurunca e Stefano Graziano di Teverola, che hanno già ufficializzato la presenza in lista insieme a Lucia Esposito di San Nicola la Strada, Gerardina Martino di San Nicola la Strada, Annamaria Sadutto di Santa Maria Capua Vetere ed Antonella D’Andrea di Teano. Nelle ultime ore è aumentato il pressing sul vice sindaco di Caserta Franco De Michele, che ricopre anche il ruolo di presidente dell’Ato Idrico, ma la trattativa è frenata da Graziano che dal gruppo del Comune di Caserta (dove c’è anche il sindaco Carlo Marino a lui legato, che ricopre anche l’incarico di presidente regionale dell’Anci, oltre al consigliere Gianni Comunale, membro del Cda del Consorzio Asi) si attende un grande appoggio elettorale per la sua candidatura. Perciò sta prendendo sempre più corpo l’ipotesi di una candidatura direttamente del segretario provinciale Emiddio Cimmino, la cui discesa in campo (che avrebbe una forma istituzionale, non certo politica), però, rappresenterebbe, di fatto, il segnale di resa di un partito incapace di mettere in piedi una lista per le Regionali. Il tempo, però, stringe. Ed il cerchio si deve chiudere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

  • La Dea bendata bacia il casertano: vinti 100mila euro

Torna su
CasertaNews è in caricamento