Election day in 2 giorni a settembre: il piano del governo per Comunali, Regionali e Referendum

Parlamentari a lavoro per preparare un emendamento. Ma il voto sul taglio dei parlamentari rischia di essere un nodo non facile da superare. Si rischia di dover presentare le liste a ridosso di Ferragosto

Un doppio binario per anticipare il voto senza essere costretti a far votare a luglio. 

E’ quello che si sta cercando di seguire in Parlamento per addivenire ad una soluzione che possa contemperare la necessità di avere un governo “in carica” in 6 regioni (in vista di un possibile ritorno dell’emergenza coronavirus in autunno) ed evitare di costringere i cittadini a recarsi al voto in piena estate, con la speranza che tante persone, nonostante l’emergenza (economica, oltre che sanitaria), si recheranno nelle località turistiche per qualche giorno di vacanza sostenendo così anche il comparto turistico.

La soluzione, che è attualmente al vaglio del governo, si potrebbe trovare con due emendamenti, che sembrano avere già anche l’appoggio della maggioranza del governo Conte. Si prevede innanzitutto l’apertura della finestra elettorale a partire dal primo settembre, prevedendo due giornate di voto, dimezzando le firme richieste per presentare le liste e consentendo anche l'eventuale abbinamento col referendum sul taglio dei parlamentari. Punto, quest’ultimo, tutt’altro che scontato visto che, ad oggi, la legge prevedere che il referendum debba essere votato in maniera distinta dalle altre tornate elettorali per non ‘indirizzare’ gli elettori. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stante così le cose, sul piano sostanziale, si potrebbe prevedere una tornata elettorale per domenica 13 e lunedì 14 settembre (che quindi vorrebbe significare presentare le liste elettorali a ridosso di Ferragosto) votando contemporaneamente il primo turno delle elezioni Comunali, le Regionali (anche in Campania) ed il referendum. Così facendo sarebbe possibile votare per il secondo turno (nei comuni sopra i 15mila abitanti ed in Toscana) il 27 e 28 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento