Regionali 2020. Sinistra Italiana boccia De Luca: "Con lui si perde. Serve intesa anche coi 5 Stelle"

Il segretario provinciale Dell'Aquila appoggia la tesi di Migliore (Italia Viva)

Il segretario provinciale di Sinistra Italia Antonio Dell'Aquila

“E’ bastato l’annuale rapporto Svimez a sollevare, semmai ce ne fosse stato bisogno, il velo sulla reale condizione della Campania, che risulta, nel generale ristagno della situazione economica delle regioni meridionali, ultima per crescita e ormai già in recessione con un secco 0% alla voce Pil nel 2018". E’ una bocciatura senza mezzi termini quella che arriva dal gruppo casertano della Sinistra Italiana, guidato dal segretario provinciale Antonio Dell’Aquila all’amministrazione di Vincenzo De Luca, la cui ricandidatura, negli ultimi giorni, è stata messa in bilico anche da Italia Viva.

Dell’Aquila, insieme a Tonino Scala, boccia il governo De Luca: "Mai come in questi ultimi anni noi campani siamo ultimi. Questo dato è la traduzione della generale  stagnazione economica che vede nelle crisi industriali, la Whirlpool in primo luogo, la sua punta più evidente. Mentre i cittadini sperimentano sulla loro pelle ogni giorno i disagi nella sanità, nei trasporti, nella situazione ambientale, si pensi alle ecoballe ancora non rimosse dal sito in cui giacciono da anni. Nonostante il trionfalismo di una propaganda del tutto separata dalla realtà, i risultati di cinque anni di amministrazione sono sotto gli occhi di chiunque li voglia vedere. Non è una sorpresa che per tutti i sondaggi vedano De Luca perdente contro ogni candidato della destra".

Per il gruppo di Sinistra Italia "De Luca è anche un ostacolo alla costruzione di una  alternativa in grado di battere una destra sempre più radicalizzata. Una coalizione che deve vedere impegnate tutte le forze democratiche, anche quelle adesso all’opposizione come il Movimento 5 Stelle. Sinistra italiana vuole illustrare i risultati fallimentari della presidenza De Luca nell’economia, nella sanità, nei trasporti. Ed allo stesso tempo invitare tutti i possibili interlocutori politici a costruire una reale alternativa alla destra. Per noi appare evidente che con con De Luca si perde, per questo abbiamo bisogno di costruire un’alternativa anche all’attuale quadro politico-amministrativo se non vogliamo consegnare la Campania alla destra. E bisogna cominciare a costruirla subito. Per queste ragioni terremo una prima iniziativa di confronto e proposta su economia e sviluppo, sanità, trasporti e ambiente il 13 dicembre, a Napoli presso il complesso di Santa Maria la Nova dalle ore 16,30 alle 20".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • Pistola in faccia ad imprenditore per rapina, i ladri cadono durante la fuga

Torna su
CasertaNews è in caricamento