rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Politica Marcianise

Elezioni. Abbate vuole riprovarci ma nel Pd non tutti sono d'accordo

C'è anche l'ipotesi Guerriero. Si muovono Alessandro Tartaglione e Telia Frattolillo

La città di Marcianise si appresta a vivere un inverno e una primavera che condurranno i cittadini nuovamente alle urne dopo la conclusione anticipata della consiliatura bis del sindaco Antonello Velardi. E ovviamente cominciano a circolare le prime indiscrezioni in merito alle candidature a sindaco e alla geografia politica locale.

Dario Abbate sarebbe pronto a candidarsi nuovamente alla fascia tricolore. A sostenerlo ci sarebbe il presidente del consiglio regionale Gennaro Oliviero. La candidatura di Abbate però non sembra compattare il Partito democratico anche in considerazione del fatto che ha perso le ultime due elezioni, sempre contro Velardi. Proprio nel Pd ci sarebbe una corrente legata al deputato Stefano Graziano che vorrebbe un nome diverso e in quest'ottica sul tavolo ci sarebbe l'ipotesi dell'ex consigliere comunale Raffaele Guerriero.

Non è da escludere, a questo punto, che la resa dei conti nel Pd si faccia al Congresso nazionale di febbraio. Un'ipotesi che, però, rischierebbe di far perdere tempo nella costruzione della coalizione e quindi una corsa ad handicap con la definizione del candidato sindaco troppo a ridosso della data di presentazione delle liste.

Non solo Abbate potrebbe ritentare la corsa alla poltrona di primo cittadino. Anche Alessandro Tartaglione di Terra di Idee, nonché esponente di spicco di Articolo Uno in Campania.

Si muove anche Telia Frattolillo, con la sua associazione "Civica e Libera", che però sta ancora valutando la situazione prima di decidere se correre da sola oppure entrare in una delle coalizioni che si presenterà alle Amministrative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. Abbate vuole riprovarci ma nel Pd non tutti sono d'accordo

CasertaNews è in caricamento