rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica Marcianise

Elezioni 2020. Guerriero potrebbe essere la ‘sintesi’ tra Pd ed Italia Viva

Il nome dell’ex consigliere comunale (che non ha votato la sfiducia a Velardi) circola come possibile candidato sindaco

Un nome comune da presentare alle prossime elezioni amministrative di Marcianise.

E’ quello che stanno cercando di trovare Dario Abbate e Filippo Fecondo, riferimenti di Partito democratico ed Italia Viva, in vista della tornata amministrativa 2020.

Un dialogo fitto, anche in questi giorni di Natale, per tentare di addivenire ad una intesa che possa permettere, poi, di allargare il dialogo anche ad altri esponenti civici.

Ed il nome su cui si sta riflettendo in queste ore è quello di Raffaele Guerriero, ex consigliere comunale e provinciale del Partito democratico, tra coloro che sono rimasti fedeli all’ex sindaco Antonello Velardi fino alla fine, non votando la sfiducia in consiglio comunale.

Ma questo, stando ai rumors raccolti, non sarebbe un problema né per Abbate né per Fecondo.

Anche perché l’altra opzione finora circolata, quella di Telia Frattolillo, non sembra aver fatto breccia tra i seguaci di Abbate, perché viene vista troppo vicina a Fecondo.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2020. Guerriero potrebbe essere la ‘sintesi’ tra Pd ed Italia Viva

CasertaNews è in caricamento