Elezioni a Marcianise. Il blocco degli uscenti con Abbate. L'ex assessore Laurenza si ritira in extremis

Velardi punta sui fedelissimi. Arecchia con la civica di ispirazione zinziana. Buonanno e Acconcia (vicini a Piscitelli di Fratelli d'Italia) in Forza Italia. Alessandro Tartaglione riesce a presentare le liste dopo 7 ore di attesa. Marchesiello in solitaria dopo la trattativa fallita

Sei candidati sindaci e 19 liste ai nastri di partenza. Sono questi i numeri delle elezioni amministrative 2020 a Marcianise, caratterizzate dalla pandemia da coronavirus e dal periodo agostano, che hanno ridotto, ma non rallentato, la voglia di politica nel grande centro alle portedel Capoluogo. La chiusura delle liste ci consegna una sfida tra protagonisti della vita politica marcianisana degli ultimi 20 anni: da Gaetano Marchesiello (più volte assessore) ad Antonello Velardi, sindaco sfiduciato nell’ottobre dello scorso anno, passando per Anna Arecchia (ex assessore), l’ex sindaco Antonio Tartaglione, l’ex assessore Alessandro Tartaglione e Dario Abbate, sfidante di Velardi alle amministrative del 2016 ed oggi grande favorito. 

Tutti i candidati al consiglio comunale di Marcianise

L’esponente del Partito democratico ha messo in piedi liste che sembrano poterlo davvero aiutare a raggiungere il sogno di diventare sindaco di Marcianise. Nel Pd ci sono gli ex consiglieri comunali Giuseppe Moretta, Raffaele Guerriero, Lorenzo Gaglione, Giuseppe Bucci, Paola Foglia e Maria Di Lernia; in Marcianise Democratica ha invece trovato spazio l’ex presidente del consiglio comunale Antimo Rondello, mentre in ‘Progettiamo il Domani’ (la lista messa in piedi con la regia del consigliere regionale Luigi Bosco) ci sono l’ex Lega Pasquale Salzillo e Carmela Laurenza (figlia dell’ex consigliere Domenico).

Antonello Velardi, invece, punta sul blocco storico composto dall’ex vice sindaco Angela Letizia, gli ex assessori Tommaso Rossano e Nicola Salzillo, gli ex consiglieri Giovan Battista Valentino, Francesco Tartaglione ed Antonio Golino. Nella notte tra venerdì e sabato, invece, è salta la candidatura dell’ex assessore Cinzia Laurenza che non ha accettato di essere candidata in Marcianise Solidale insieme all’altra ex assessore Angela Elisa Micale, Mimmo Moriello e Raffaele Delli Curti. “Ho deciso in maniera netta ed inequivocabile di non candidarmi alla carica di consigliere comunale - ha spiega la Laurenza con un post su Facebook - Auguro a tutti una serena campagna elettorale. Il mio impegno per la nostra terra non si ferma qui”. A sostegno di Velardi c’è anche la lista ‘Cittadini in Movimento’ messa in piedi da Francesco Mennella (che aspirava ad essere candidato sindaco del centrodestra, così come Moriello).

Non ci sarà il simbolo della Lega, invece, accanto ad Antonio Tartaglione. Il gruppo cittadino ha deciso di optare il simbolo ‘Prima Marcianise’ (che i seguaci di Matteo Salvini hanno utilizzato in altre occasioni). In Forza Italia hanno trovato spazio i due ex consiglieri comunali Luciano Buonanno e Tommaso Acconcia che facevano parte di Campania in Movimento (il gruppo di riferimento del consigliere regionale Alfonso Piscitelli candidato in Fratelli d’Italia) che non sono riusciti a mettere in piedi una lista così come era nelle proprie intenzioni. Nel partito di Giorgia Meloni, invece, ci sarà Nicola Balbo a guidare la corsa ad un posto in consiglio comunale.

Anna Arecchia può contare sulla civica di ispirazione zinziana ‘Marcianise nel Cuore’ dove è candidato l’ex consigliere comunale Antimo Zarrillo insieme con Stefano Farro, mentre in Siamo Marcianise c’è Giuseppe Tartaglione, già presidente del consiglio comunale, che sarà supportato dal gruppo che fa capo a Gerardo Trombetta

Dopo che è saltato l’accordo con Telia Frattolillo (e l’area di Filippo Fecondo che resta fuori dalla partita per le amministrative), ha presentato comunque la propria candidatura Gaetano Marchesiello che si è messo a capo della civica ‘Mades’ (Marcianise democratica e solidale). “Scegliere di candidarmi alla carica di Primo Cittadino è stata una decisione difficile e molto delicata: dopo varie riflessioni, oggi, però, posso dire che per queste comunali noi ci siamo! Ci siamo e scendiamo in campo per garantire a Marcianise una riappacificazione sociale, ponendo grossa attenzione alle concrete -e numerose- problematiche del territorio”.

gaetano marchesiello comune marcianise-2

L’ultimo a consegnare le liste, in ordine di tempo, sebbene sia stato tra i primi a prepararle, è stato Alessandro Tartaglione. Il segretario provinciale di Articolo1, dopo ben 7 ore di attesa, è riuscito a protocollare le liste Marcianise Terra di Idee e Marcianise Riparte. Nella prima trova spazio l’ex consigliere comunale Giovanbattista Vallosco; nell’altra, invece, ci sono tanti simpatizzanti ed iscritti del Movimento 5 Stelle che hanno deciso di sostenere la candidatura a sindaco dopo l’esperienza di 4 anni fa con Pasquale Guerriero (oggi candidato alle Regionali). "Sono molto emozionato e consapevole di questa importante sfida" ha commentato a caldo Tartaglione dopo l'estenuante attesa.

foto_liste_tartaglione-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento