Politica Maddaloni

ELEZIONI Pressing del Pd su Razzano: idea alleanza con Cortese

L'accordo però sembra molto difficile. Ecco i retroscena

E’ un momento di riflessione profonda quella che sta vivendo il Partito democratico di Maddaloni, che a poco più di venti giorni dalla presentazione delle liste, non ha ancora chiaro il progetto elettorale da presentare agli elettori. Dopo l’approccio fallito con Andrea De Filippo, il coordinatore cittadino Alfonso Formato ed Angelo Campolattano stanno riflettendo sul futuro, sapendo che, molto probabilmente, non potranno contare sull’apporto di Vincenzo Santangelo, il quale, dopo aver tentato di prendere in mano il Pd a livello provinciale con la convocazione degli stati generali con Raffaella Zagaria, oggi è più vicino a De Filippo che allo stesso Pd, come dimostra l’annuncio che la sua lista, Calatia Libera, non sarà ai nastri di partenza.

Ed ora che fare? Campolattano non vorrebbe candidarsi a sindaco, ma se non si troveranno strade alternative sarà costretto a farlo. Ma la notizia delle ultime ore è quella di un tentativo di approccio con l’ex candidato sindaco Peppe Razzano, oggi promotore della coalizione a sostegno di Bruno Cortese. Ci sono state diverse telefonate nelle ultime ore all’indirizzo del vincitore delle Primarie 2017, ma la partita non sembra affatto facile. Sia perché Razzano ha lasciato il Pd in aperta polemica contro l’elezione di Alfonso Formato a segretario; sia perché lo stesso Formato è stato tra coloro che, per primi, hanno boicottato la candidatura di Razzano dopo la vittoria alle Primarie, cercando in tutti i modi di trovare candidati alternativi. Un dialogo, quindi, oggi appare difficile, se non impossibile. Intanto il tempo scorre e la presentazione delle liste si avvicina…

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ELEZIONI Pressing del Pd su Razzano: idea alleanza con Cortese

CasertaNews è in caricamento