Politica Corso Trieste

Salvini: "Tra 5 anni a Caserta gli stranieri sarete voi" | VIDEO

Il leader leghista nel Capoluogo tra le contestazioni dei centri sociali. "Io gli stranieri illegali li caccio, non gli insegno l'italiano come vuole fare Minniti". Ed ha aggiunto: "Se qualcuno specula sulla salute della gente deve andare in galera"

“Ho visto che il Pd anche a Caserta non manca di fantasia. Mi mancava la tassa sui loculi al cimitero. Anche morire a Caserta diventa un lusso”. Così Matteo Salvini, candidato premier della Lega, si è presentato questa sera al Cinema San Marco nel Capoluogo di Terra di Lavoro per la tappa del tour elettorale in vista del voto del 4 marzo.

Centinaia di persone hanno atteso il leader leghista nel Capoluogo, mentre fuori andava in scena la contestazione del centro sociale ex Canapificio, con cori e ‘vaffa’ per manifestare la propria contrarietà alla sua presenza in città dopo le tensioni per l'aggressione denunciata nei giorni scorsi, condannata dal coordiantore regionale Gianluca Cantalamessa.

Non è mancata anche una stoccata diretta al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca relativamente all'inchiesta di Fanpage che ha svelato come sul business dei rifiuti ci siano ancora 'interessi oscuri' di camorra e politici spregiudicati. "Non voglio dar lezione di morale, ma altrove sui rifiuti ci guadagnano. Se qualcuno specula sulla salute della gente, il suo posto non è il governo ma la galera, senza guardare in faccia a nessuno".

Salvini (sul palco insieme a Pina Castiello e Claudio Barbaro) ha toccato i temi caldi del programma, partendo dall’immigrazione: “Se il ministro del Pd Minniti va a Castel Volturno a spiegare che vuole l’integrazione dei clandestini insegnando loro l’italiano, io il problema degli spacciatori di Castello Volturno lo risolvo mettendoli sul primo aereo e mandandoli a casa”. Ed ha aggiunto: “Queste non sono elezoni politiche, questo è come un referendum. Se noi non facciamo figli, 150mila italiani all’anno vanno all’estero a lavorare ed altri 150mila stranieri arrivano in Italia, tra 5 anni a Caserta gli stranieri sarete voi. I profughi a Caserta  saranno gli italiani”.

Il candidato premier ha aggiunto: “Io voglio dimostrare che in Italia c’è qualcuno che dopo le promesse fa i fatti”. E via a snocciolare i punti salienti del programma, dalla cancellazione della legge Fornero (“perché se ci tengono a lavorare fino a 90 anni i giovani non lavoreranno mai”) alla flat-tax con il taglio delle tasse. E poi quando dalla platea gli urlano “attento a Silvio”, Salvini risponde a tono: “Perciò gli ho fatto firmare il programma. Carta canta”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini: "Tra 5 anni a Caserta gli stranieri sarete voi" | VIDEO

CasertaNews è in caricamento