Politica Santa Maria Capua Vetere

Elezioni. Il Pd apre ad un accordo con Mirra: “Ma contorni incerti”

Dai Democrat arriva un segnale di apertura importante, ma resta da sciogliere il nodo Mastroianni

Il Partito democratico apre ad un accordo con il sindaco uscente Antonio Mirra, candidato alle prossime elezioni comunali per assumere nuovamente la guida della città di Santa Maria Capua Vetere. "L’importante fase politica che vive oggi la città - scrive il direttivo del partito in una nota - impone un chiarimento da parte di una forza politica, quale il Pd, che vuole contraddistinguersi, come ha sempre fatto, per la chiarezza dei comportamenti e la coerenza delle scelte. C’è stato in questi mesi difficili, caratterizzati anche dalla crisi sanitaria dovuta alla pandemia, un confronto aperto e concreto con il sindaco, per avviare un progetto politico nuovo, trasparente e comprensibile, al fine di superare un modello di governo cittadino esclusivamente civico, ma, dal nostro punto di vista, dai contorni incerti".

Contorni incerti, dunque, condizionati essenzialmente da due importanti questioni. Innanzitutto il fatto che i due consiglieri comunali del Pd, Umberto Pappadia e Francesco Di Nardo, oggi occupano gli scranni dell'opposizione. "Vogliamo costruire una nuova pagina per la città e non siamo interessati all’adesione a tutti i costi al medesimo progetto civico rispetto al quale ci ponemmo convintamente quale alternativa 5 anni fa - sottolineano i Dem - Siamo fiduciosi che il recupero di una progettualità comune possa rappresentare il fulcro per un rilancio della città, all’interno di una discussione politica che ben potrà essere condivisa ed interpretata, su queste basi, dal sindaco uscente: ciò anche nell’alveo dell’esperienza regionale".

Ma c'è un ulteriore nodo da sciogliere: la presenza dell’ex coordinatore provinciale della Lega Salvatore Mastroianni, che è consigliere dell'attuale maggioranza del sindaco Mirra. "Il Pd ha sempre sostenuto di essere incompatibile con la presenza in coalizione di esponenti che aderiscono o addirittura ricoprono tuttora ruoli di vertice nei partiti di destra, come peraltro appare emergere dalle ultime dichiarazioni del sindaco uscente - puntualizzano nella nota - Intendiamo partecipare ad un progetto chiaro, portando i nostri valori, la nostra identità e quindi il simbolo che li racchiude e li rappresenta. Siamo interessati, ripetiamo, alla costruzione di una vera aggregazione di centrosinistra, nell’auspicio di un allargamento alle forze progressiste ed autenticamente riformiste presenti in città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni. Il Pd apre ad un accordo con Mirra: “Ma contorni incerti”

CasertaNews è in caricamento