Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Elezioni 2021. Bagarre per la candidatura a sindaco: tanti nomi ma nessun leader

D'Alterio e Falco provano a sondare il terreno ma sanno che contro Pellegrino sarà difficilissimo

Paolo Falco e Giuseppe D'Alterio

Un passo avanti e due indietro. Purtroppo non c’è nulla da fare e dopo oltre 5 anni di amministrazione comunale targata Gino Pellegrino l’opposizione consiliare (sia quella del Partito democratico che quella del M5s) non ha praticamente imparato nulla e arriverà ancora una volta all’ultimo giorno per trovare il candidato sindaco. Col programma elettorale che sarà solamente l’ultimo dei pensieri perché le urne avranno già detto con mesi di anticipo chi vincerà le elezioni.

Ecco oggi la minoranza non ‘studia’ una strategia per vincere le amministrative bensì per cercare di entrare in consiglio comunale magari con un distacco dal vincitore non troppo pesante. Eppure il Pd, con Italia Viva e con il Movimento Cinque Stelle, potrebbe puntare sulle idee, sulle proposte per la città ma preferisce continuare a fare ‘bagarre’ anche interna con l’unica ‘realtà’ è che ad oggi, metà luglio, non c’è ancora nulla di certo. Mentre Pellegrino presenta tutta la lista c’è un raggruppamento, quello che dovrebbe sfidarlo, che fa ancora a botte sul candidato sindaco.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su quello che sta accadendo. Luigia Martino di Italia Viva, insieme a Pietro Smarrazzo, vorrebbero la candidatura a sindaco nella coalizione ma il Partito democratico prima fa un passo avanti e poi torna indietro visto anche il ‘pressing’ di Giuseppe D’Alterio e del segretario Paolo Falco. Entrambi hanno ambizioni di guidare la lista. D’Alterio ha riferito attraverso i social la sua volontà di farsi da parte ma tutto ha il sapore del bluff. Falco invece sembra convinto e vuole provare questa sfida. Nel frattempo la gente si stanca e continua a pensare che alle elezioni non ci sarà storia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021. Bagarre per la candidatura a sindaco: tanti nomi ma nessun leader

CasertaNews è in caricamento