Politica

SPECIALE TRENTOLA Sindaco per un voto, ma il futuro di Apicella resta in mano ai giudici

Ciocia attende la proclamazione per avere l'atto da impugnare

In tutta la Regione Campania nonostante siano passate ormai oltre 50 ore dallo scrutinio per le Comunali ci sono ancora due Comuni che non hanno ancora ufficialmente un sindaco (o almeno non per il Ministero), Pompei e Trentola Ducenta. Ovviamente ci occupiamo della cittadina trentolese che nella schermata delle elezioni sul sito del Ministero riporta ancora 17 sezioni scrutinate su 18, con quindi voto ancora 'in corso'. Eppure ieri Michele Apicella è stato anche proclamato sindaco dal commissario Andrea Cantadori che ha riferito di come il Giudice che presiede l'Ufficio Centrale Elettorale ha confermato l'elezione a sindaco dell'avvocato con 5.245 voti, cioè la metà dei voti validi più 1. Sì, avete letto bene: per una sola preferenza Apicella ha vinto al primo turno. Ma la querelle non è di certo conclusa perché c'è sempre quella famosa sezione 14 di via Collodi che è finita sotto la lente di ingrandimento in questi giorni e sulla quale anche l'avversario di Apicella, Michele Ciocia, ha voglia di fare luce. 

Ciocia infatti ha già annunciato che "le elezioni non sono ancora decise, di certo non ci fermiamo. Andremo avanti con un ricorso". Ed infatti l'ex dirigente scolastico sta attendendo le copie degli atti della commissione elettorale per presentare un ricorso d'urgenza al Tar. La volontà è quella quindi di impugnare tutta la documentazione per un riconteggio delle schede. In queste ore Ciocia si affiderà ad un avvocato amministrativista per preparare al meglio il ricorso.

Sempre dopo oltre 50 ore dall'inizio dello scrutinio non essendoci ancora la certezza matematica delle preferenze della sezione 'incriminata' tardano ad arrivare anche i dati ufficiali delle preferenze con numerosi candidati che non sanno ancora se sono stati eletti o meno al consiglio comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SPECIALE TRENTOLA Sindaco per un voto, ma il futuro di Apicella resta in mano ai giudici

CasertaNews è in caricamento