Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica San Marcellino

Elezioni 2021. Cassandra e Conte ufficializzano la candidatura con Colombiano

L’esponente del M5s e l’ex vicesindaco di San Marcellino scendono in campo con ‘LiberaMente per San Marcellino’

Ketty Cassandra, il sindaco Anacleto Colombiano ed Andrea Conte

In attesa di conoscere lo sfidante il sindaco di San Marcellino, Anacleto Colombiano, è al lavoro per completare la propria squadra che affronterà la 'sfida' delle prossime elezioni amministrative. Il prossimo 3 e 4 ottobre ci sarà anche la lista di 'LiberaMente per San Marcellino' e tra coloro che potranno essere votati dagli elettori della comunità sanmarcellinese ci saranno anche Andrea Conte e Ketty Cassandra.

Quest'ultima già anni fa era stata protagonista delle Comunali quando si candidò con i colori del Movimento Cinque Stelle ed oggi è pronta alla nuova avventura con Colombiano: "E' l'uomo giusto per dare un futuro luminoso alla nostra realtà. Basti pensare che 5 anni fa è entrato in Municipio, il primo giorno da sindaco, con una spada di Damocle pesantissima come quella del dissesto finanziario. Ha lavorato per tutti questi anni facendo risplendere il bilancio dell'Ente e dando speranze a tutti i giovani della nostra comunità".

Cassandra che sarà certificata M5s (l'ufficializzazione dovrebbe arrivare nelle prossime ore) sarà sostenuta dal gruppo storico 'grillino' e nel presentarsi alla cittadinanza dice che "l'unica cosa che si può promettere in questo momento è dare tutta se stessa per la città di San Marcellino. Alle urne i nostri concittadini saranno chiamati a riconfermare quel primo cittadino che ha dato uno slancio incredibile al territorio. E' la persona che meritiamo tutti di avere sulla poltrona più importante del Municipio. E' stato costruito un gruppo fantastico di persone perbene e professionisti che sono sicura daranno tutto per migliorare la realtà di San Marcellino. Abbiamo portato qualche spunto importante anche per il programma elettorale che sarà il 'tema principale' che porteremo nelle case per far sì che si possa dare ancora fiducia a Liberamente per San Marcellino".

Mentre il 'gigante buono' Andrea Conte ha dalla sua parte una esperienza amministrativa invidiabile: era il 1978 quando si candidò per la prima volta e appena 20enne riuscì ad essere il più votato in assoluto. Poi fino al 1997 con Dongiacomo sindaco ha ricoperto più ruoli in Municipio: vicesindaco, assessore ai Lavori pubblici e anche delegato al Personale. Ora è con Colombiano che "ho visto crescere umanamente, professionalmente e politicamente nel corso degli anni. Basti pensare che quando avevo 8 anni sono stato al matrimonio dei genitori di Anacleto. Ci fu un diluvio e ogni volta gliene parlo col sorriso stampato sul volto. E' una persona eccezionale che sono sicuro resterà nella storia della nostra comunità. Ci conosciamo praticamente da sempre e sono veramente felice di poterlo sostenere in questa avventura. Sono pronto a dare il mio contributo, il Comune è la mia seconda casa".

Dal 1997 in poi per due volte è stato 'sostituito' dal nipote Agostino Sabatino mentre 5 anni fa candidò Anna Graziano. Adesso è arrivato il momento di tornare in prima persona: "Avevo tanto tempo libero - dice sorridendo - e questa mia disponibilità voglio metterla al servizio della comunità. E' un atto d'amore per me e per San Marcellino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021. Cassandra e Conte ufficializzano la candidatura con Colombiano

CasertaNews è in caricamento