Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

Ballottaggio: Abbate apre al resto del centrosinistra, Velardi torna ad attaccarlo

Il candidato Pd spera in un appoggio della neo consigliera regionale Iodice, insieme a Fecondo, Golino, Guerriero e lancia un messaggio anche a Zinzi. L’ex sindaco: “Se vinceranno loro, Marcianise perderà”

Passata la ‘sbornia’ dei conteggi dei voti dei consiglieri comunali, si è aperta a Marcianise la campagna elettorale per il ballottaggio. Un “faccia a faccia” che mette di fronte Dario Abbate ed Antonello Velardi: ancora loro, come quattro anni fa, anche se ci arrivano in condizioni diverse. Nella precedente tornata elettorale, Velardi ci arrivò in vantaggio e vinse il ballottaggio; oggi Abbate è davanti e spera di esserci anche la sera di lunedì 5 ottobre quando saranno ufficializzati i risultati.

Intanto si sta provando a cercare appoggi sia da un lato che dall’altro. I primi occhi sono puntati su Alessandro Tartaglione, che ha raccolto l’11% delle preferenze dei candidati a sindaco. Il leader di Terra di Idee nelle prossime ore incontrerà i suoi candidati e deciderà se appoggiare Abbate o Velardi oppure se restare neutro. Abbate, intanto, spera nell’appoggio del centrosinistra ed intanto strizza l’occhio alla neo consigliera regionale Maria Luigia Iodice. “La città ha bisogno della sua competenza e della sua professionalità” ha scritto congratulandosi per l’elezione. Ma un invito a sostenerlo lo ha rivolto anche agli sconfitti: Filippo Fecondo, Massimo Golino e Pasquale Guerriero, lanciando un messaggio anche al leghista Gianpiero Zinzi. “Spero, e ne sono convinto, che saranno tutti al nostro fianco per dare il loro indispensabile sostegno”.

Velardi, dal canto suo, non sta con le mani in mano. Sa che questa volta è più difficile rispetto a quattro anni fa ma le urne, al primo turno, hanno confermato che l’ex sindaco ha ancora un seguito elettorale. Ora potrebbe cercare sponde con altri candidati (anche tra gli esclusi), così come tra coloro che sono stati impegnati nella campagna elettorale per le regionali ed intanto ha ripreso ad attaccare Abbate & company. Ha prima dichiarato: “Abbate non ha mai voluto accettare l'idea di essere un perdente, convinto che Marcianise fosse di proprietà sua e della sua famiglia. E lo fosse da decenni e tale doveva esserlo per gli anni a venire”. E poi, in un nuovo post, ha chiosato: “Se vinceranno loro, perderà Marcianise”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio: Abbate apre al resto del centrosinistra, Velardi torna ad attaccarlo

CasertaNews è in caricamento