Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Zinzi sindaco: ufficializzazione in 48 ore. Gli scenari per Del Gaudio, Bove, Vignola e Giovine

I 5 Stelle divisi su Marino: Santillo spinge per il sindaco uscente. Incontro al bar tra Martignetti (Io Firmo) ed il deputato pentastellato Del Monaco: "C'è unità di intenti". Si attende Caserta Decide per chiudere l'intesa

Gianpiero Zinzi, Vincenzo Bove, Pio Del Gaudio, Romolo Vignola e Raffaele Giovine

Siamo entrati ufficialmente nelle ‘fasi calde’ delle trattative in vista delle elezioni amministrative di ottobre. A Caserta città, da questa mattina, è iniziato un tam-tam di telefonate con una sola indicazione: Gianpiero Zinzi sarà il candidato sindaco del centrodestra nel Capoluogo. Il capogruppo della Lega in Regione Campania sembra abbia avuto l’indicazione che aspettava e, superato il Covid che lo ha tenuto bloccato a casa per 3 settimane, ha iniziato a contattare possibili candidati.   Sarà lui, dunque, la carta che si giocherà il centrodestra per la sfida elettorale contro il sindaco uscente del Pd Carlo Marino. Che, adesso, rischia anche di perdere candidati delle liste (che sono piene di esponenti orbitanti, solitamente, nel centrodestra). L’ufficializzazione della candidatura di Zinzi è attesa nelle prossime 48 ore.

Gli scenari per Del Gaudio e Bove

Con Zinzi in campo, si è aperta una riflessione sulla posizione di altri due candidati sindaci che fanno parte sempre dell’orbita del centrodestra: Pio Del Gaudio ed Enzo Bove. Il primo, a Casertanews, aveva già confermato di voler restare in campo, pur apprezzando la candidatura di Zinzi per il centrodestra. E la stessa cosa dovrebbe fare anche Enzo Bove. L’imprenditore, ex consigliere comunale che ha lasciato lo scranno a Palazzo Castropignano a Marco Cicala per l’ultimo anno di amministrazione, dovrebbe essere comunque candidato a sindaco.

Le civiche con Vignola. 5 Stelle divisi su Marino

A stretto giro si dovrà arrivare al ‘redde rationem’ anche per le civiche che orbitano più a sinistra della coalizione di Carlo Marino. “Io Firmo per Caserta” e “Speranza per Caserta” sembrano essere convinti di poter raggiungere un risultato positivo dopo aver indicato come possibile candidato sindaco l’avvocato Romolo Vignola, un nome che “oltre ad essere di altissimo profilo, è stato considerato trasversale rispetto alle anime dei movimenti in campo” fanno sapere dalla nascente coalizione. Si attende la decisione del gruppo di ‘Caserta Decide’ e del candidato sindaco Raffaele Giovine. La richiesta è chiara: un passo indietro per poter costruire una coalizione unitaria, sulla scia di quanto fatto da Rosi Di Costanzo (Speranza). Al gruppone civico si dovrebbe aggregare anche il Movimento 5 Stelle che, però, al momento è diviso tra due gruppi: quello che fa capo al senatore Agostino Santillo che spinge per una intesa con Carlo Marino; e l’altro che fa riferimento ai deputati Antonio Del Monaco, Marianna Iorio e Nicola Grimaldi che ha detto chiaramente “no” al sindaco Pd.

L'incontro al bar e l'appello a Raffaele Giovine

Di queste trattative ne ha parlato anche l’avvocato Gloria Martignetti, coordinatore di ‘Io Firmo per Caserta’ che stamattina ha incontrato, davanti ad un caffè in piazza Vanvitelli, il deputato 5 Stelle Del Monaco. Contattata telefonicamente, l’avvocatessa si è dichiarata "fiduciosa perché stiamo facendo un grande lavoro di squadra, unitamente agli altri movimenti con i quali si è creata un'unità di intenti che lascia ben sperare". Alla domanda circa un possibile diniego alla coalizione allargata da parte di Caserta Decide ha risposto: "Non è arrivata ancora nessuna risposta ma sono certa che Raffaele Giovine farà parte di questa bellissima compagine che mi sembra l'unica con cui possa condividere la sua visione di città".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zinzi sindaco: ufficializzazione in 48 ore. Gli scenari per Del Gaudio, Bove, Vignola e Giovine

CasertaNews è in caricamento