Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Zinzi annuncia: “Revoca del biodigestore sarà primo atto da sindaco”

Il candidato sindaco del centrodestra gli incontri organizzati da De Luca: “Tutti col cappello in mano a Salerno”. E poi fa i complimenti a Giovine

“Questa campagna elettorale deve svolgersi all’insegna della correttezza. Invece c’è un candidato che sfugge ai temi importanti della città”. Lo ha affermato il candidato sindaco del centrodestra Gianpiero Zinzi nella sua diretta Facebook di sabato sera, in cui ha annunciato anche il primo atto che farà da sindaco. “Sarà la revoca del biodigestore visto che l’attuale sindaco, pur essendo a ancora in carica, non ha fatto nulla per bloccarlo come va affermando in giro. Anzi, ho notizia che il dirigente Natale è lì a bloccare l’avvio della gara per il biodigestore. Spero di essere smentito. Ma se non mi smentite vuol dire che dopo le elezioni il biodigestore in zona Ponteselice si farà. Tutto coloro che hanno parlato del biodigestore devono sapere che De Luca lo vuole a Ponteselice e che l’amministrazione Marino ha dato indicazione per farlo a 800 metri dalla Reggia di Caserta. Quando Marino dice che è disponibile ad una delocalizzazione dell’impianto è una bugia mondiale. Non c’è alcun atto in Regione che dimostri ciò che afferma. Chi vota Marino vuole il biodigestore a Ponteselice”.

Il candidato del centrodestra ha poi commentato le trattative che hanno visto direttamente protagonista il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: “Oggi c’è stato un pellegrinaggio dei candidati a sindaco a Salerno da De Luca. Se volete ragionare delle alleanze, ma perché non andate da Marino? Ma il candidato sindaco è Marino o De Luca? Se non parlate con Marino è perché non si fidano di lui e lo capisco. Devo ammettere che anche da Del Gaudio non immaginavo ci fosse una tale promiscuità. Se avessi saputo che sarebbe andato da De Luca mi sarei risparmiato anche l’incontro. Io ho grande rispetto e considerazione davvero per i candidati della coalizione di Pio Del Gaudio che ci hanno messo la faccia, perciò ho incontrato e parlato col candidato sindaco. Ma noi non possiamo consentire che i nostri politici e le nostre istituzioni vadano col cappello in mano a Salerno”. Dal marasma Zinzi sembra salvare solo il candidato sindaco Raffaele Giovine: “Bisogna dare atto a lui del risultato elettorale ed anche dei temi che ha affrontato. Un ragazzo che è stato protagonista di una bellissima iniziativa su Villa Giaquinto che deve ripresa ed allargata. Non saremo quelli che ostacoleranno le cose buone solo perchè arrivano da persone che hanno idee politiche diverse dalle nostre. Noi sosterremo tutto ciò che di buono si farà per Caserta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zinzi annuncia: “Revoca del biodigestore sarà primo atto da sindaco”

CasertaNews è in caricamento