rotate-mobile
Politica Capua

La mossa che ha frenato la rincorsa di Brogna: così Villani ha vinto le elezioni

Il rivale ha recupero oltre 800 voti rispetto al primo turno ma non sono bastati

Il ballottaggio di domenica ha premiato, ancora una volta, il centrosinistra a Capua. Per la terza tornata elettorale consecutiva, nonostante due amministrazioni che si sono chiuse prima del tempo, Adolfo Villani è riuscito nell’impresa di conquistare la fascia tricolore.

Una vittoria non semplice, soprattutto perché Fernando Brogna ha dimostrato di potersela giocare fino alla fine. Il risultato del ballottaggio, del resto, parla da sé. Villani ha conquistato 3387 voti (il 52,11%), mentre Brogna 3113 (47,89%). Una partita sul filo di lana che assume un sapore ancora diverso, paragondolo ai voti raccolti al primo turno. Villani è andato sopra di 247 preferenze; Brogna ne ha recuperati addirittura 883.

Villani ha vinto, dunque, ma Brogna non ha demeritato. Anzi. Il candidato del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle è riuscito a piazzare il colpo decisivo per la campagna elettorale mercoledì sera, quando ha chiuso l’accordo con l’altra candidata a sindaco, Carmela Del Basso. E lo ha fatto perché aveva avuto il sentore della rincorsa di Brogna.

Del resto, lo stesso Villani, nelle ore immediatamente successive al primo turno, aveva detto di non voler fare accordi. Poi ha cambiato idea. Ed ha avuto ragione. Perché la differenza finale con Brogna (300 voti scarsi) è tutta lì. Una mossa da 'marpione della politica', da chi sa ascoltare il "marciapiede". 

Brogna, alla fine, ha pagato la divisione del centrodestra, così come è avvenuto in tutta Italia. Del resto, la stessa Del Basso aveva chiesto ufficialmente l’apparentamento tecnico, ma poi ha accettato quello programmatico con Villani. E’ possibile che per lei (e la sua coalizione) si aprano nuove strade, come quello di un ingresso in giunta. Anche perché è chiaro che l’intesa è stata decisiva per la vittoria di Villani.

C'è un altro dato che emerge dal voto: Capua dovrà essere seguita con attenzione, visto che c’è la possibilità di creare una sorta di laboratorio politico. Con l’intesa con Carmela Del Basso, infatti, si sono ritrovati dalla stessa parte Pd, 5 Stelle ed il partito ‘Azione’ di Carlo Calenda, uno che, quando vede pentastellati, cambia subito umore. Chissà che questa vittoria non gli faccia cambiare idea.

elezioni capua ballottaggio-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mossa che ha frenato la rincorsa di Brogna: così Villani ha vinto le elezioni

CasertaNews è in caricamento