Politica

ELEZIONI Il nome nuovo per il centrodestra, il tavolo dei dissidenti e le difficoltà dei 5 Stelle

Non mancano i problemi anche nel gruppo che fa capo all'ex sindaco

Marco Villano, Peppe Stabile, Alfonso Oliva e Maria Grazia Mazzoni

Nessuno si vuole sbilanciare, tutti lavorano sottotraccia. Si aspetta la sentenza del Tar Campania in seguito al ricorso proposto dall'ex sindaco di Aversa Enrico De Cristofaro. Manca l’ufficialità anche se al momento si stanno costituendo quattro coalizioni con rispettivi candidati sindaco. 

Centrodestra 

Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega hanno aperto le porte alle liste civiche. Da quel tavolo, in poco tempo, potrà uscire il candidato sindaco unitario. Al momento il nome più accreditato è quello di Alfonso Oliva. L'ex assessore alla Cultura, però, dovrà lavorare non poco per costituire le liste. Forza Italia, infatti, dopo l’intervento del presidente della Provincia Giorgio Magliocca e con l’aiuto del consigliere regionale Massimo Grimaldi è stata consegnata a Nicola Marino. È lui che sta componendo la lista in attesa delle decisioni di Gianpaolo Dello Vicario, che mantiene ancora aperto il tavolo coi dimissionari del Pd e Noi Aversani. Al momento a Forza Italia hanno già aderito gli ex consiglieri comunali Carmine Sabia, Nico Nobis, Raffaele Marino e Salvatore della Vecchia. Più complicata, invece, la situazione per Fratelli d’Italia che non avrebbe, al momento, particolari adesioni. A buon punto anche la lista della Lega, sulla quale sta mettendo mano anche l'ex senatore Pasquale Giuliano.

Centrosinistra 

Il tavolo promosso dal Partito democratico con i consiglieri comunali che hanno firmato la sfiducia all’ex sindaco Enrico de Cristofaro sta per saltare. Potrebbe essere una questione di (pochi) giorni. I democratici, però, ancora una volta dovranno fare i conti all’interno di casa loro. Come al solito, infatti, le spaccature non mancano. Si profila per il Pd una nuova candidatura di Marco Villano sindaco. Per non creare maggiori spaccature e frenare le fughe in avanti di Paolo Santulli, Villano è pronto a scendere nuovamente in campo. 

Le civiche 

Sono numerose le liste civiche che stanno nascendo. Tra le più accreditate quelle che fanno capo all’ex presidente del consiglio comunale della consiliatura Sagliocco, Peppe Stabile. A sostegno della sua candidatura a sindaco sarebbero pronte già due liste. Stabile è stato invitato anche al tavolo del centrodestra. Sarà difficile, però, far convergere Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia sul suo nome. 

Movimento 5 Stelle 

Malgrado la presenza del parlamentare Nicola Grimaldi e della consigliera comunale uscente Maria Grazia Mazzoni, il Movimento rischia di non presentare la lista alle amministrative. Negli ultimi mesi sono stati numerosi i grillini normanni che hanno contestato la linea adottata da Grimaldi e Mazzoni. Al momento i pentastellati non hanno un nome da presentare come candidato sindaco né una lista che non è stata presentata sul portale del Movimento per ottenere la certificazione.

Il gruppo dell'ex sindaco 

L’ex sindaco sembra poter diventare come un 'outsider'. Non si esclude, per lui, anche un ritiro della candidatura in prossimità della presentazione delle liste prevista per il prossimo 26 aprile. De Cristofaro può contare ancora sull’appoggio di pochi ex consiglieri ed assessori. La maggior parte hanno intrapreso strade diverse subito dopo la sfiducia. In pole per prendere il suo posto l’ex vicesindaco Michele Ronza o Rosario Capasso che terrebbe già pronta una lista, ma che intanto è stato invitato anche al tavolo del centrodestra. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ELEZIONI Il nome nuovo per il centrodestra, il tavolo dei dissidenti e le difficoltà dei 5 Stelle

CasertaNews è in caricamento