rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Politica

Ballottaggio a Caserta, si muove De Luca: telefonate per Marino

Zinzi: “Promessi incarichi, prebende ed assessorati”. E sfida il sindaco ad un faccia a faccia. Preferenze dei candidati: manca ancora una sezione

Vincenzo De Luca si sta spendendo in prima persona per aiutare Carlo Marino a vincere il ballottaggio a Caserta. Il presidente della Regione Campania ha contattato alcuni candidati sindaci sconfitti al primo turno per cercare di convincerli a sostenere il candidato del Partito democratico. Una impresa non semplice visto che, ad esempio, Romolo Vignola ha portato avanti la campagna elettorale parlando dei comitati d’affari che hanno gestito il Comune negli ultimi anni e, prima del voto di domenica scorsa, aveva detto chiaramente di non voler sostenere nessuno al ballottaggio nel caso non ci fosse arrivato lui. Più “semplice”, almeno sulla carta, sempre per Marino poter trovare una intesa con Raffaele Giovine e Caserta Decide, che però sembrano voler ragionare su punti programmatici (cave, biodigestore e beni pubblici?) da presentare al sindaco uscente su cui chiedere un impegno netto. Da valutare poi la posizione di Pio Del Gaudio. Marino non lo ha mai attaccato direttamente in campagna elettorale, pure avendolo accusato a più riprese per il secondo dissesto consecutivo approvato proprio dall’amministrazione di centrosinistra, e questo sicuramente farebbe pensare ad un possibile tentativo di avvicinamento.

Ma Zinzi passa all'attacco: "Marino è sempre più nervoso"

Il candidato del centrodestra Gianpiero Zinzi, dal canto suo, ha ‘denunciato’ i tentativi in corso e l’intervento di De Luca: “Stanno arrivando telefonate anche da Santa Lucia per aiutare un Marino sempre più nervoso” ha dichiarato nella diretta su Facebook di mercoledì sera. “Stanno promettendo incarichi, prebende ed assessorati. Ma perché Marino non vuole giocarsi questa sfida da solo? Perché non discutiamo dei temi della città? Lui pensa solo ad attaccare, mi ha dato anche del nazista ed anti semita” ha aggiunto Zinzi. Che ha poi lanciato il guanto di sfida a Marino in un “faccia a faccia. Si scelga il posto, il giorno ed anche il giornalista. Semmai non le domande, come è accaduto già in questa campagna elettorale. Parliamo davanti alla città e lasciamo liberi i cittadini casertani di scegliere il nuovo sindaco”.

Preferenze dei candidati: manca ancora una sezione

Stamattina (7 ottobre) il Comune di Caserta ha anche comunicato le preferenze di tutti i candidati al consiglio comunale sottolineando però che i dati delle preferenze non comprendono quelli della sezione 41 perché non riportati nel relativo verbale. L'ufficio elettorale centrale provvederà ad integrarli. Quindi in pratica le preferenze potrebbero ancora cambiare (anche se magari di poco) e solamente nei prossimi giorni (forse) ci saranno i dati definitivi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio a Caserta, si muove De Luca: telefonate per Marino

CasertaNews è in caricamento