Lunedì, 15 Luglio 2024
Politica Marcianise

I candidati sindaco presentano le liste delle coalizioni mentre i big litigano

Tartaglione nella sede del Pd con la Camusso, Trombetta a casa della Iodice per Marcianise al Centro. Botta e risposta tra i deputati Zinzi e Graziano sulla Leoncini

Si fa sempre più intensa e 'calda' la campagna elettorale a Marcianise. I due candidati sindaco continuano i loro incontri e non mancano di esporre punti del programma al fine di ottenere le preferenze dei cittadini. Non mancano poi le stoccate anche tra esponenti di spicco di fazioni contrapposte che sostengono, da dietro le quinte, Lina Tartaglione e Antonio Trombetta.

Per quanto riguarda la leader della coalizione che ha al suo interno Pd, M5S, zanniniani ma anche persone vicine al centrodestra e velardiani 'pentiti', ha ottenuto la 'benedizione' del commissario provinciale del Pd Susanna Camusso. Giovedì sera, 20 aprile, nella sede del Partito Democratico di via De Felice si è tenuta la presentazione delle liste del centrosinistra a sostegno della candidata sindaca Lina Tartaglione, alla presenza della senatrice Susanna Camusso che ha dichiarato: "Posso finalmente affermare che in questa sede è stato presentato in pieno il simbolo del Pd. Ciò che è fondamentale in un partito e in un governo è l’idea di una comunità con una candidata sindaca che la rappresenta". Così Lina Tartaglione: “Ringrazio la senatrice Susanna Camusso perché la sua autorevolezza e la sua vicinanza danno ancora più forza al progetto politico che abbiamo messo in campo". E ancora: "A Marcianise non solo non ci siamo 'disuniti' ma abbiamo allargato la coalizione anche a forze moderate che si sono riconosciute nel nostro progetto politico. Ma a questo risultato di sintesi ci si è arrivati attraverso un serrato dialogo tra le forze politiche e facendo prevalere le ragioni della politica e degli interessi della città che, dopo anni di continui commissariamenti, necessita di una stabilità amministrativa che consenta a chi avrà l’onore e l’onere di governarla, di avere a disposizione la giusta tempistica per programmare ed eseguire. Consentitemi anche di dire con orgoglio che aver individuato una leadership femminile a capo della nostra coalizione non era affatto scontato. Sento addosso tutto il peso che questa scelta ha comportato e comporterà, sapendo che il momento che stiamo vivendo è storico, poiché porterebbe per la prima volta nella storia di questa nostra città una donna ad indossare la fascia tricolore di primo cittadino. Alla senatrice Camusso e agli altri parlamentari del centrosinistra chiediamo di far parte di questa nostra squadra non solo durante la campagna elettorale, ma anche e soprattutto dopo il 15 maggio, quando, ci si augura tutti, andremo finalmente a governare Marcianise". La senatrice Camusso, nel corso del dibattito, si è anche espressa sul modus operandi della destra al governo che “vuole rappresentare solo una parte del Paese in cui governa, non fornendo aiuti concreti a quella tipologia di popolazione che ha realmente bisogno di sostegno da parte del governo". Non sono mancati da parte della Camusso riferimenti al “malfunzionamento della sanità pubblica, la destra al governo intende definanziare rendendo non accessibili le cure a coloro che non possono permetterselo economicamente". Durante l'incontro sono intervenuti anche Felice Colella, coordinatore della coalizione, e Pierino Squeglia.

Lina Tartaglione con Susanna Camusso-2

Intanto proseguono gli appuntamenti dell’iniziativa "Il caffè con Lina": questa mattina, venerdì 21 aprile, l’incontro è avvenuto presso il bar Maudit di via Greco. A questo ne seguiranno altri: sabato 22 al bar Scialla di via Musone e domenica 23 al bar Fermento di via Roma. Sempre il 21 aprile, la candidata sindaca Tartaglione si è presentata presso il comitato Civica e Libera di via Mattarella. Una politica fatta di incontri ma soprattutto di confronti costruttivi al fine di perseguire il 'bene comune' per la Tartaglione che nei giorni scorsi ha incontrato le forze del Movimento 5 Stelle, di Marcianise Terra di Idee e di Vivila Marcianise. Sabato 22 aprile è previsto quello con la lista Moderati in Azione e domenica 23 con la lista Sinistra e Cambiamento.

Non rimane certo a guardare il candidato sindaco Antonio Trombetta, che può contare sull'appoggio di esponenti vicini al centrodestra nonché ex velardiani oltre che, ovviamente, alla lista Marcianise al Centro capeggiata dalla consigliera regionale Maria Luigia Iodice che proprio questa sera, 21 aprile, ha aperto le porte di Palazzo Scognamiglio per la presentazione della lista. "Marcianise ha bisogno di stabilità, di autorevolezza, di competenza ma anche di novità - ha affermato la consigliera regionale - e per questo la nostra scelta non poteva che ricadere su Tonino Trombetta, apprezzato medico e persona di spicco del mondo marcianisano. Con lui vogliamo costruire un percorso politico duraturo nel tempo che possa riscattare questo territorio. Marcianise merita di tornare allo splendore di un tempo. Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti e, adesso, andiamo a vincere". Così il candidato sindaco Trombetta: "Io devo ringraziare l'onorevole Maria Luigia Iodice perché se siamo riuniti oggi in questo palazzo il merito è suo, che è stata l'ideatrice di una coalizione forte e coesa. Ha avuto anche molto coraggio visto che, nella sua posizione di consigliera regionale, in molti avrebbe optato per una non candidatura". E ancora: "Una città come Marcianise non può tollerare che la sua biblioteca sia chiusa. Porremo fine a questo scempio dando ai nostri giovani e alle associazioni quegli spazi e quei luoghi necessari a promuovere cultura. La nostra forza è la compattezza della squadra, i cui componenti lavorano all’unisono nell’interesse di Marcianise, senza secondi fini".

Antonio Trombetta con la lista Marcianise al Centro-2

Nella contrapposizione elettorale tra i due candidati sindaco Tartaglione e Trombetta si inseriscono anche i big della politica casertana che ora sono avversari in Parlamento. In particolare il deputato Stefano Graziano, del Pd, risponde così al collega Gianpiero Zinzi in merito alle critiche - con tanto di interrogazione al ministro - sollevate per la candidatura di Laura Leoncini, direttrice dell'ospedale di Marcianise, nella coalizione a sostegno di Lina Tartaglione. "Zinzi dice che la candidata alla carica di consigliere comunale a Marcianise, nella sua qualità di direttore dell’ospedale, potrebbe servirsi del suo ruolo per scopi elettorali. Conoscendo la Leoncini, che da questo momento in poi e per tutta la campagna elettorale sarà lontana dal luogo di lavoro, non si servirebbe mai di ciò per meri scopi elettorali. Certo, se vale per lei, lo stesso ragionamento potrebbe valere per Trombetta, candidato sindaco della sua coalizione. Si discuta sui temi e sulle opportunità di cui Marcianise necessita, senza scendere a questo livello così basso per i cittadini e per il futuro di Marcianise. La società civile che si impegna per la politica dovrebbe renderci orgogliosi tant’è che la legge non dispone alcuna incompatibilità", afferma il capogruppo Pd in Commissione Difesa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I candidati sindaco presentano le liste delle coalizioni mentre i big litigano
CasertaNews è in caricamento